Sala stampa Kras Repen-Padova, Parlato: “Ottima gara sotto tutti i punti di vista”. Bergamin: “Non esaltiamoci troppo”

Sala stampa Kras Repen-Padova, Parlato: “Ottima gara sotto tutti i punti di vista”. Bergamin: “Non esaltiamoci troppo”

Commenta per primo!

Queste le dichiarazioni rilasciate dai protagonisti di Kras Repen-Padova nel postpartita.

Parlato: “Grande vittoria ed ottima partita da parte di tutti, nonostante le assenze. Il gruppo ha dimostrato di essere professionale e di farsi rispettare. Alla viglia avevo chiesto di aprire e di chiudere la partita e così è stato. Abbiamo disputato una gara ottima sia dal punto di vista della qualità che da quello della quantità. I giovani? La scelta del loro schieramento era stata ponderata. I giovani hanno bisogno di giocare e di esprimersi magari anche attraverso gli errori, anche se ovviamente preferirei che non ne commettessero alcuno, quando chiamati in causa. In ogni caso oggi hanno dimostrato grande valore. I tre punti di vantaggio sull’Altovicentino? Il campionato è ancora lungo, pensiamo a recuperare le energie. Il pericolo di cadere è sempre dietro l’angolo, non abbiamo ancora fatto niente. Domani riprendiamo a lavorare”.

Bergamin: “Vittoria meritata e bella partita, giocata in un ambiente particolare. Ci siamo divertiti e la squadra ha dimostrato di essere all’altezza nonostante le defezioni. Il secondo tempo con gli ultras? Nella tribuna principale non trovavo un angolo che mi piaceva, allora sono andato di là. Tre punti di vantaggio? Sono contento per noi e dispiaciuto per l’Altovicentino, ma non esaltiamoci troppo”.

Cunico: “Siamo contenti, in primis per la prestazione della squadra, che è stata autoritaria e completa. E sono soddisfatto anche della mia, anche alla luce di settimana particolare che ho vissuto, arrivando alla partita non al top. I giovani? Sono stati tutti bravi. Pittarello compreso. L’ho visto rabbuiato nel finale, ma deve continuare così. Se lo farà i gol arriveranno. L’Altovicentino? Non guardiamo in casa loro. Ora l’obiettivo è quello di andare a più sei dopo lo scontro diretto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy