Sala stampa Padova-Brescia. Mutti: “Mi accontento di questo pareggio”

Sala stampa Padova-Brescia. Mutti: “Mi accontento di questo pareggio”

Commenta per primo!

Qui di seguito le dichiarazioni dalla sala stampa nel post Padova-Brescia:

Mutti: poco gioco sugli esterni? Ci mancava tutta la fascia sinistra, c’era solo Ciano che poteva andare in difficoltà e avremmo sofferto l’ora di Dio. A sinistra non c’erano alternative. Non avevamo incontristi in mezzo al campo. Ampuero non è un esterno, è un interno di centrocampo. La partita che dovevamo fare l’abbiamo fatta. Mazzoni è stato bravo sulla loro occasione. Non sempre siamo in grado di fare quello che sulla carta potremmo fare. Al Brescia mancava solo Caracciolo quindi io non mi lamento. Potevamo perdere. Ho visto una buona difesa, dobbiamo anche vedere contro chi abbiamo giocato. La mancanza di Jelenic ci ha tolto vivacità. Non erano due squadre intimidite: il Brescia ha fatto una partita decisa e noi abbiamo fatto quello che potevamo. Abbiamo fatto una partita giudiziosa e possiamo solo crescere. I cambi? Mentre valutavamo il terzo cambio è stato espulso Legati, altrimenti avrei messo un attaccante. Radrezza è stato scelto per fare vivacità, non si poteva pretendere di più e per me ha fatto bene. Espulsione? È stata un’ingenuità.

Zambelli (Brescia): Oggi c’è stato un grande spirito di squadra, abbiamo corso più rischi con l’uomo in più. Siamo stati attenti e abbiamo rischiato poco. A livello mentale non eravamo proprio spensierati, magari potevamo osare di più, ma abbiamo preferito non esporci troppo. Assenze? Chi ha giocato ha dato il massimo, é chiaro che i giocatori che sono fuori sono importantissimi, vedi Caracciolo.

Radrezza: È stata una grande sorpresa per me sapere che ero titolare. Ringrazio di aver avuto questa occasione, il debutto davanti ai propri tifosi non è mai facile, credo di aver fatto una partita abbastanza buona. Ora dobbiamo fare un paio di buoni risultati consecutivi. A livello personale non cambia niente, ora riparto allenandomi a testa bassa. Quest’estate dovevo fare il ritiro, poi sono rimasto a Padova ad allenarmi in vista di una cessione che non è arrivata. Fin qui avevo fatto due panchine e oggi è arrivata la chiamata da titolare, una grande emozione

Bergodi: non è vero che è stata più la paura di perdere che la voglia di vincere. Abbiamo avuto un’occasione clamorosa e siamo riusciti a non prendere gol. Va bene così. Ero preoccupato per il Padova, è all’altezza di un campionato migliore di quello che sta facendo. Ha attaccanti importanti. Noi siamo in emergenza e ci vuole pazienza per trovare la vittoria. I ragazzi hanno fatto una buona gara. Budel? Ha fatto un buon lavoro e non parlo dei singoli. Gli episodi decidono le partite e abbiamo avuto un’occasione clamorosa. Il Padova ha fatto il primo tiro al 97esimo. Ci dobbiamo accontentare ed è una prestazione positiva. Caracciolo? Lunedì o martedì vedremo se si può recuperare per Cesena. Corvia? Si era allenato bene ma lamenta un problema al ginocchio che dobbiamo verificare. Calci piazzati? Dobbiamo essere più astuti ma durante la settimana ci lavoriamo. La nostra occasione è stata più importante di quella del Padova.

A. Valentini: Il pareggio va bene, non mi aspettavo di più. Bene anche l’ingresso di Celjak è il debutto di Radrezza. Black-out? Dopo tre mesi sarebbe ora che arrivasse il primo responso

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy