Sala stampa Padova-Dro, Parlato: “Il record di vittorie è merito di tutti. Ecco perchè ho scelto Mazzocco trequartista…”

Sala stampa Padova-Dro, Parlato: “Il record di vittorie è merito di tutti. Ecco perchè ho scelto Mazzocco trequartista…”

Queste le dichiarazioni rilasciate dai protagonisti di Padova-Dro nel postpartita (sulla nostra pagina facebook, alcune interviste-video, clicca qui)

Parlato: “Abbiamo portato a casa una gara non semplice, tirata e maschia contro una squadra rapida e vogliosa di riscatto. Sinceri complimenti ai ragazzi perché non è assolutamente semplice mantenere questa media che stiamo facendo registrare. Solitamente quanto ti capita di giocare due gare consecutive in casa, raramente riesci ad ottenere sei punti. Noi invece ce l’abbiamo fatta. Il doppio cambio? Mi è dispiaciuto molto per Segato, ed ovviamente anche per Petkovic. Avevo scelto di schierare Segato per la sua dinamicità, per il suo tiro in porta, e perché mi avrebbe facilitato un possibile cambio di modulo, ma purtroppo ho dovuto fare questi due cambi, a malincuore. Quindi ho inserito Mattin perché aveva più caratteristiche da trequartista. Oggi i ragazzi hanno approfittato alla grande degli spazi che siamo riusciti a crearci facendoli sbilanciare un po’ nei giusti frangenti. Devo dire che hanno fatto tutti un’ottima gara. Mazzocco trequartista? Ho operato questa scelta con l’intento di supportare maggiormente Amirante pareggiando la fisicità di Bertoldi, che Mattin avrebbe probabilmente sofferto. Petkovic? Ha subìto una botta sulla nuca, ora si è ripreso ma prima ha avuto un attimo di svenimento. Non sembra nulla di grave, ma faremo ulteriori analisi. La classifica? Finché non si raggiunge l’obiettivo è inutile fare calcoli ed illudersi. Illudersi è controproducente, quindi fino all’ultima partita non molleremo un centimetro. Ma ora godiamoci questa grande vittoria. Panchina sempre pronta? Questo dimostra che ho a che fare con ragazzi seri e professionali. Il record di vittorie è merito di tutti”.

Amirante: “In occasione del primo gol sono stato molto fortunato, ma questi sono i gol più belli. Il secondo è frutto di una corsa di quasi 80 metri, bravo Petrilli a fare quel cross. Poi avrei potuto anche farne un terzo, ma non importa dai. Il Dro è stata una squadra rognosa, sapevamo avremmo faticato. Ora guardiamo partita in partita, giovedì c’è una partita difficilissima contro la squadra secondo me più tosta del campionato. Quindi massima concentrazione fino alla fine perché vogliamo arrivare all’ultima già promossi”.

Salvadori: “In campo cerco di dare sempre il massimo, se ciò contribuisce a far arrivare risultati importanti ne sono felice. Oggi tutta la squadra ha disputato una grande partita, conquistando tre punti fondamentali. Il secondo gol? Ero salito in avanti confidando in un bel lancio di Petrilli, che poi è effettivamente arrivato. A quel punto però ho sentito Amirante che mi chiedeva di lasciargli la palla e l’ho accontentato, siccome vede la porta molto meglio di me. Schricchiolii difensivi? Non bado a queste voci, tanto alla fine ciò che conta saranno i punti in classifica, non il numero dei gol subiti”.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy