Sala stampa Union Ripa-Padova, Parlato: “Vittoria meritata, ruolino straordinario”. Cunico: “Questa stagione mi ha fatto tornare la voglia di giocare”

Sala stampa Union Ripa-Padova, Parlato: “Vittoria meritata, ruolino straordinario”. Cunico: “Questa stagione mi ha fatto tornare la voglia di giocare”

Queste le dichiarazioni rilasciate nel postpartita dai protagonisti di Union Ripa-Padova:

Parlato: “Sono veramente contento, è straordinario aver ottenuto 27 vittorie ed 84 punti. E’ merito dei ragazzi che hanno giocato una partita importante contro una squadra che non perdeva da un po’. Danno tutti sempre il massimo, sia chi parte dall’inizio, sia chi subentra dalla panchina. Ottimo l’inizio, poi ci sono stati quindici-venti minuti in cui abbiamo un po’ sofferto, ma alla fine nel secondo tempo abbiamo meritato di andare a vincere la gara creando molte azioni pericolose. Presidente in panchina? Fa piacere avere la società vicino. Cambi azzeccati? Con le sostituzioni, come dice Mourinho, il fattore “c” conta sempre… L’ammonizione di Ferretti? Un vero peccato, si è subito pentito di quel fallo di mano. Credo gli dispiaccia molto. La sfida con l’Altovicentino? Non sarà la partita della vita, ma cercheremo di chiudere in bellezza. Sarebbe una bella ciliegina sulla torta. Il futuro? Ora pensiamo a chiudere il campionato e ad affrontare la poule scudetto, ma ciò che è certo è che l’anno prossimo vogliamo far bene e toglierci delle soddisfazioni. Questa settimana penso inizieremo a fare due chiacchiere con il direttore a proposito delle scelte tecniche”.

G.Bergamin: “Ho seguito la partita dalla panchina per vedere un po’ come funziona. Erano tutti molto concentrati, specialmente il mister. E’ stato bravo, ha seguito tutte le mie indicazioni. Ho azzeccato i cambi, sono soddisfatto (ride n.d.r.). Ma adesso manca l’ultima vittoria del campionato, contro l’Altovicentino. La riconferma di Parlato? Era una decisione che avevamo preso da tempo ed abbiamo deciso di anticipare i tempi. Cercheremo di rispettare il nostro progetto triennale. Puntiamo a far bene, stagione dopo stagione. Sarebbe importante mantenere l’unità d’intenti che abbiamo visto in questa stagione da parte di tutte le componenti che ruotano attorno a questa società”.

Zubin: “Doppia cifra? Non mi importa molto, ciò che conta sono le vittorie della squadra. Sette gol per le presenze che ho fatto sono un buon bottino. Peccato per quelle tre-quattro settimane di stop per infortunio, ma ora voglio ritagliarmi il mio spazio anche nella poule scudetto. Vincerlo è una bella sensazione. L’intesa con Ferretti? E’ buona, ci scambiamo sempre i favori. L’Altovicentino? Sarà una bella partita, scenderemo in campo per vincere. Loro hanno parlato tanto in questi mesi, mentre noi siamo stati sulle nostre ed abbiamo pensato a fare i punti”.

Cunico: “Non segnavo così tanto da un po’ di anni. Questa stagione mi ha fatto tornare la voglia di giocare a calcio e devo dire che mi piacerebbe veramente far parte di questa squadra anche in Lega Pro. Ma non dipende da me. Il gol? Di solito sono io a offrire gli assist a Ferretti, ma quando c’è una palla alta mi defilo sempre e lascio staccare lui, che di testa è più forte di me. Quella di oggi è stata una vittoria importante ottenuta dopo due settimane di allenamenti non regolari. Questo testimonia la mentalità vincente di questa squadra”.

Salvadori: “Sono felice, non mi aspettavo un’accoglienza così calorosa da parte del mio ex pubblico con tutti quegli applausi e con lo striscione. Vuol dire che ho lasciato un bel ricordo. E’ stato davvero emozionante. Io qui ho tanti amici con cui mi vedo la domenica sera quando torno a casa. Sono contento per la loro salvezza ma la mia testa è al Padova. Vogliamo vincere contro l’Altovicentino ed anche nella poule scudetto. Sarebbe bello centrare anche quest’obiettivo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy