Serena resta in attesa: “Ho ricevuto chiamate dalla Lega Pro, ma se dovesse telefonarmi Penocchio…”

Serena resta in attesa: “Ho ricevuto chiamate dalla Lega Pro, ma se dovesse telefonarmi Penocchio…”

Michele Serena e il Padova si sono lasciati di fatto lo scorso 31 maggio, ultima giornata di campionato contro l’Avellino. Poi il rompete le righe e un mezzo appuntamento fissato qualche giorno più tardi con il presidente Diego Penocchio. Il contratto del tecnico veneziano scadrà il 30 giugno ma, come è facile immaginare visti gli ultimi eventi e la difficile situazione che si è creata attorno al Calcio Padova, quell’appuntamento è saltato. “Dopo la partita con l’Avellino non ho più sentito nessuno della società – spiega Serena ai nostri microfoni – con il presidente Diego Penocchio non ci siamo più parlati. Siamo rimasti con un ‘ci sentiamo più avanti’, ma posso capire bene che al momento siano altre le priorità. Ho letto sui giornali quello che è successo. Certo, se Penocchio mi chiamasse, sono disponibilissimo per una chiacchierata. C’è un ottimo rapporto con lui. Le liberatorie per gli stipendi? In questi giorni per forza dovrò sentire qualcuno in società, credo che noi tesserati siamo tutti sullo stesso piano in questo momento…”. Serena rimane in attesa, ammette che il Padova anche in Lega Pro è una piazza importante e nel frattempo si guarda intorno: “C’è stata qualche telefonata, qualche club di Lega Pro si è dimostrato interessato. Con il Venezia ancora non c’è niente, c’è ancora un allenatore e bisogna aspettare l’ufficialità del nuovo direttore sportivo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy