Tarozzi spiega il metodo Pea: “Ecco come riusciremo a evitare lunghi infortuni…”

Tarozzi spiega il metodo Pea: “Ecco come riusciremo a evitare lunghi infortuni…”

Andrea Tarozzi, il vice di Pea, ha parlato oggi in conferenza stampa a Bresseo, ricordando di aver giocato da calciatore allo stadio Appiani, in questi giorni argomento di grande tendenza: “E’ stata una bella partita quella di sabato, i ragazzi hanno fatto un’ottima prova. C’era un clima fantastico per il ritorno all’Appiani. In quello stadio giocai nel ’92-’93 con la maglia del Bologna, vincemmo 4-2!”. Su Fulvio Pea: “Ha dei metodi innovativi e li prepara in modo maniacale. Spesso mi manda messaggi a notte inoltrata, anche alle quattro del mattino! Infatti adesso ho impostato il telefono sul metodo silenzioso… Il suo metodo? Si chiama Rpe, calcola la fatica e la resistenza dell’atleta alla fatica, osserviamo con attenzione e riusciamo a capire se un giocatore ha problemi, riuscendo magari a evitare infortuni e stiramenti e a salvare un giocatore guadagnando due settimane, semplicemente osservandone le reazioni”. Sugli obiettivi: “La squadra sta rispondendo bene, penso che possiamo fare un campionato tranquillo e poi vedere strada facendo dove potremo arrivare. Dico che abbiamo dei giovani d’elite, per far capire che abbiamo puntato su giovani di grande prospettiva, non giovani qualunque…”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy