UN RIGORE FALLITO, DUE ESPULSIONI. EMPOLI-PADOVA 4-0. BIANCOSCUDATI TERZULTIMI, COSI’ E’ SERIE C

UN RIGORE FALLITO, DUE ESPULSIONI. EMPOLI-PADOVA 4-0. BIANCOSCUDATI TERZULTIMI, COSI’ E’ SERIE C

EMPOLI    4

PADOVA   0

EMPOLI: Bassi, D’amico, Valdifiori, Eder (17’st Fabbrini), Marianini, Antonazzo, Vannucchi (27’st Musacci), Angella, Iacoponi, Stovini, Coralli. In panchina. Pelagotti, Kokoszka, Saudati, Mancosu, De Giorgio.

All. Campilongo.

PADOVA (4-3-1-2): Cano; Petrassi, Cesar, Faìsca, Trevisan; Bovo, Morosini, Cuffa (20’st Jidayi); Rabito (8’st Di Nardo); Vantaggiato, Soncin (8’st Bonaventura). In panchina: Agliardi, Giovannini, Cotroneo, Patrascu.

All.: Sabatini

Arbitro: Ciampi di Roma

Ammoniti: Cesar, Morosini, Vannucchi, Vantaggiato

Espulsi: Petrassi, Saudati, Trevisan

Reti: 18′, 40’pt Eder, 37’st Coralli (R), 44’st Musacci

Dopo un avvio blando al 10′ arriva la prima azione pericolosa per i toscani: punizione di Vannucchi, Eder ci arriva di testa e serve Coralli sul secondo palo che manca di poco il tap in vincente. Il Padova replica al 14′ con un gran tiro di Vantaggiato che però Bassi devia in angolo. Ma la micidiale coppia gol Eder-Coralli coadiuvata da D’Amico si rende ancora protagonista in un’occasione clamorosa: Eder dalla destra vede libero Coralli che tocca per D’Amico. Tiro a botta sicura ma Cano è super. Sulla deviazione Coralli di piatto trova il palo esterno. Al 19′ Eder colpisce ancora e mette a segno il suo 21esimo gol stagionale. Cross dalla destra di Coralli e il brasiliano appoggia in rete. I biancoscudati provano a reagire ma l’Empoli regge le redini del match. E al 40′ trova il raddoppio, ancora con Eder, sempre più devastante. Il sudamericano appoggia in rete dopo un’azione travolgente di Coralli che arriva a tu per tu con Cano. Il numero 1 patavino si oppone alla sua prima conclusione ma non può fare niente su quella di Eder. Al 43′ arriva l’occasione per rimontare per i biancoscudati. Cuffa viene atterrato in area da Marianini e Ciampi non esita ad indicare il dischetto. Soncin si incarica della battuta ma il tiro a mezz’altezza esalta il tuffo del portiere che respinge.

Nella ripresa Sabatini opta per un doppio cambio nei minuti iniziali: dentro Di Nardo e Bonaventura, fuori Soncin e Rabito. Ma in campo cambia poco o nulla: l’Empoli domina, il Padova fatica ad imporsi. Pur senza Eder, sostituito al 17′, i toscani non soffrono mai il pressing biancoscudato. La formazione di Sabatini non riesce infatti ad incidere e al 24′ perde Petrassi, espulso per somma di ammonizioni (grande ingenuità del terzino).

Poco dopo in panchina viene espulso Saudati ma la cosa più clamorosa avviene al 37′. Insidioso tiro in porta dell’Empoli, Cano fuori dai pali, para Trevisan con le mani (sintomo evidente di un Padova allo sbando). Rosso diretto al difensore e rigore per l’Empoli. Coralli dal dischetto sigla il 3-0. Al 44′ un Empoli spietato infligge il poker al Padova: bel gol di Musacci che zittisce l’ambiente che tanto lo aveva criticato in questi mesi.

Il Padova non vince più in trasferta, e con le vittorie del Mantova e del Vicenza i biancoscudati si trovano da soli al terz’ultimo posto con 40 punti. Al momento il Padova sarebbe diretto in Lega Pro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy