Malagò a Padova: “Io commissario FIGC? Se ci fossero gli strumenti…”

Ospite ieri sera del Cenacolo al San Gaetano di via Altinate, dopo un’intensa giornata padovana,  il presidente del Coni Giovanni Malagò ha parlato anche della possibilità di un commissariamento della Figc, ipotesi che torna a farsi concreta: “C’è chi scommette che sarò proprio io il Commissario? Se ci fossero gli strumenti…” (guarda il video qui sopra), per la prima volta il numero uno dello sport italiano sembra aprire a un coinvolgimento in prima persona negli affari del calcio. All’idea del commissariamento, in realtà, ci pensa da quando l’Italia è stata eliminata dal Mondiale e Carlo Tavecchio si è dimesso da via Allegri certificando la crisi profonda del sistema. Malagò aveva minacciato di intervenire se la Lega di Serie A non avesse rinnovato gli organi. Cosa che non ha fatto, (ancora) senza conseguenze. E proprio due dei candidati alla poltrona Figc, Gravina e Tommasi, starebbero flirtando in tal senso, con alcuni club di serie A, come Juventus, Roma, Inter, che non avrebbero intenzione di procedere con nomine raffazzonate propendendo di fatto per il commissariamento federale, per una riforma radicale del sistema. La speranza di qualcuno è che il mancato rinnovo in A possa aprire le porte all’intervento del Coni, ma i dubbi – di natura giuridica – non mancano, proprio come ha fatto intuire ieri sera Malagò a Padova.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy