Italian Coffee Petrarca, l’Avellino passa alla Gozzano 6-2: il racconto

Italian Coffee Petrarca, l’Avellino passa alla Gozzano 6-2: il racconto

di Redazione PadovaSport.TV

ITALIAN COFFEE PETRARCA PADOVA – SANDRO ABATE 2-6  (0-1 pt)

PETRARCA: Moretti, Zandonà, Cividini, Costa (K), Bargellini, Alba, Schacker, Urio, Disarò, Vitale, Superbo, , Nicolazzi, Lo Buglio, Sardella. All. Bellini

S.ABATE: Molitierno, Vitiello, De Crescenzo, Testa, Bebetinho, Dian Luka, Abate, Fantecele, Menzeguez, Iandolo, Kakà, Fabiano, Amirante. All. Batista

MARCATORI: 2’33”, 32’05” e 3715” Dian Luka (SA); 22’38” Fantecele (SA); 26’49” Costa (P); 27’11 De Crescenzo (SA); 32’28 Vitale (P); 38’37” Fabiano (SA).

AMMONITI: Cividini (P) ESPULSO: Cividini (P)

ARBITRI: Micciulla di Roma 2 e Pisani di Aprilia CRONO: Tasca di Treviso

PADOVA – L’Italian Coffee Petrarca di mister Giampaolo cede con onore 2-6 al PalaGozzano contro il forte Sandro Abate. Partenza subito in salita per i padroni di casa, trafitti dopo poco più di due minuti da un diagonale di Dian Luka: un minuto dopo prova a rispondere Costa di tacco ma la palla è di poco alta sopra la traversa. Nelle fila del Sandro Abate entra Kakà e in due occasioni il pivot ospite mette in difficoltà Moretti al 5’ e al 7’: Urio coglie il palo quattro minuti più tardi e l’Italian Coffee Petrarca sembra poter in difficoltà la compagine avellinese. Fantecele si divora il doppio vantaggio al 15’, il Petrarca risponde con Alba, Costa e il nuovo arrivato Schacker ma il punteggio non cambia sino alla sirena di metà gara. L’Italian Coffee torna in campo con il piglio giusto, sfiora il pareggio con Dudù Costa dopo pochi secondi ma subisce lo 0-2 siglato da Fantecele un paio di minuti più tardi. Il capitano patavino accorcia le distanze al 27’ dopo un bel uno due con Cividini, ma i padroni di casa rispondono con il terzo gol una manciata di secondi dopo con De Crescenzo, lasciato colpevolmente solo a pochi passi da Moretti. Il Petrarca gioca bene, mette sotto pressione il Sandro Abate, ma trova spesso Molitierno a dire di no. Cividini commette un’ingenuità facendosi ammonire per la seconda volta, e gli ospiti approfittano della superiorità numerica per siglare l’1-4 ancora con Dian Luka. Mister Giampaolo prova la carta di Alba come portiere di movimento e Vitale qualche secondo dopo accorcia le distanze sul 2-4: la pressione dei padroni di casa è massima ma un tiro al volo del solito Dian Luka riporta avanti di 3 gol gli avellinesi. L’Italian Coffee si scopre e subisce la sesta marcatura ad opera di Fabiano: la gara finisce così tra la delusione di Alba e compagni che hanno tenuto testa ad una delle migliori formazioni del campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy