altri sport

Syn-Bios Petrarca, Fetic è un “caso”: dopo gli Europei è rimasto in Slovenia

Alen Fetic (Syn-Bios Petrarca)

Il giocatore sperava di avere lo svincolo dal club padovano, ma così non è stato. Attualmente è fermo

Redazione PadovaSport.TV

Sparito. Da tre mesi. Alen Fetic, capitano della Slovenia e da quest'anno giocatore del Syn-Bios Petrarca, non si è più visto a Padova. Per il roster di Luca Giampaolo si è trattato di un problema non di poco conto, visto che la sua assenza lo ha costretto ad avere una rotazione in meno. Dopo aver portato a termine la spedizione europea con la sua Nazionale, la Slovenia, Fetic non è mai rientrato in Italia, giustificando la sua assenza per "motivi familiari". La società del presidente Morlino si è subito messa in contatto con il giocatore, cercando di trovare una soluzione, ma intanto si è vista recapitare due transfer, rigettati dalla FIGC, da parte del Dobovec.

Alen Fetic, strappo con il Petrarca

Insomma, Fetic è lontanissimo dal Syn-Bios e lo è, da quanto si apprende, senza alcuna motivazione valida, almeno secondo le parole rilasciate dallo stesso Morlino al quotidiano: "Ad oggi, e quindi dopo quasi tre mesi, non abbiamo ancora capito le motivazioni di questo allontanamento del giocatore. Purtroppo - continua Morlino - ci siamo trovati ad affrontare questa situazione incresciosa nel nostro miglior momento, e quando ti viene a mancare un elemento di questo tipo puoi pagare dal punto di vista della freschezza. Alcuni giocatori si sono infatti trovati a dover aumentare i propri minutaggi, nonostante il gruppo si sia compattato ancor di più. E' la prima volta nella storia del Petrarca che accade una cosa del genere". Invani, fino ad ora, i tentativi di far rientrare il giocatore.  "Abbiamo parlato con Fetic, concedendogli delle condizioni di favore. Lui abita a Lubiana, a due ora circa da Padova, ma non ha voluto trovare alcun tipo di soluzione. Questo ci ha chiaramente messo in difficoltà. Se avessimo avuto il minimo sentore a dicembre, con il mercato ancora aperto, avremmo potuto trovare una soluzione", ha concluso Morlino. Una brutta gatta da pelare, considerando che il mercato è chiuso e non c'è modo, per il Petrarca, di trovare soluzioni alternative.

tutte le notizie di