Calcio a 5

Syn-Bios Petrarca, terzo pari di fila: 1-1 con il Manfredonia

Syn-Bios Petrarca, terzo pari di fila: 1-1 con il Manfredonia

La squadra di Giampaolo guadagna un solo punto, vantaggio assottigliato in classifica

Redazione PadovaSport.TV

SYN-BIOS PETRARCA-VITULANO DRUGSTORE MANFREDONIA 1-1 (0-0 p.t.)

SYN-BIOS PETRARCA: Fiuza, F. Mello, Rafinha, Kakà, Jefferson, Grossi, F. De Luca, Marchese, Parrel, Juchno, V. Mello, Guga, Bastini, Alves. All. Giampaolo

VITULANO DRUGSTORE MANFREDONIA: Moretti, Boutabouzi, Crocco, Boaventura, Foglia, Pesante, Cutrignelli, Raguso, Caruso, Sacon, Baranauskas, Soloperto, Lupinella. All. Monsignori

MARCATORI: 9'27'' s.t. Jefferson (P), 19'09'' Boutabouzi (M)

AMMONITI: Parrel (P), Cutrignelli (M), Boutabouzi (M), F. Mello (P), Raguso (M)

ARBITRI: Andrea Saggese (Rovereto), Arrigo D'Alessandro (Policoro) CRONO: Andrea Colombo (Modena)

PADOVA – Ritornano di scena alla palestra Gozzano di Padova per la prima volta nel 2022, i campioni d’inverno del Syn-Bios Petrarca, reduci da due pareggi consecutivi in rimonta, l’ultimo in settimana dopo un combattutissimo derby contro il Came Dosson. Gli ospiti sono gli uomini di mister Monsignori, con alle spalle un inizio di stagione non semplice che ha costretto il VitulanoDrugstore Manfredonia a navigare nelle acque della zona playout.

La prima frazione di gioco è decisamente combattuta, le due compagini si presentano più volte davanti agli estremi difensori che si dimostrano sempre attenti e in grande condizione, Fiuza e Moretti mantengono inviolate le rispettive porte in ogni modo, rendendo vane le sortite offensive delle due squadre, che vedono chiudersi il primo tempo sul punteggio di 0-0 nonostante la pioggia di opportunità. Da sottolineare i tre pali colpiti dai padroni di casa e la brillante prova di Foglia per i pugliesi.

Nella ripresa è proprio il grande ex, Foglia, ad aprire la lunga lista di azioni salienti con una punizione al limite dell’area che Fiuzariesce a bloccare fortuitamente sulla linea dopo che la sfera ha toccato la traversa. La sfida viene sbloccata da un’iniziativa eccellente di Jefferson che aggira la marcatura avversaria e con il mancino buca Moretti. Il momento positivo dei petrarchini è sancito dal clamoroso palo colpito da Kakà a colpo sicuro suassistenza di Rafinha, che unito alle parate decisive del portiere dei foggiani, mantiene la squadra di Monsignori in partita fino alla fine giocandosi la carta del portiere di movimento con l’inserimento di Crocco a 3 minuti dal termine. Scelta premiata poco più tardi dall’assist di Foglia che pesca Boutabouzi nell’area del Syn-Bios Petrarca, il 10 ospite trafigge Fiuza da un passo e trova la rete del pareggio a 51 secondi dalla sirena.

Non c’è tempo per una risposta concreta dei petrarchini che incappano così nel terzo pareggio di fila e vedono assottigliarsi il margine di vantaggio sull’Italservice Pesaro. Una gara ricca di emozioni che ha il sapore amaro per mister Giampaolo e i suoi, un punto d’oro invece per la lotta salvezza per il Manfredonia.

tutte le notizie di