Serie D

Campodarsego, quando ti “vesti” da grande non ce n’è per nessuno

Campodarsego, quando ti “vesti” da grande non ce n’è per nessuno - immagine 1

La squadra di Masitto tiene testa alla seconda forza del campionato, il pareggio alla fine è stretto

Redazione PadovaSport.TV

Probabilmente quelle di quest'anno sono le prove generali in vista di un possibile exploit nella prossima stagione. Il Campodarsego mostra a sprazzi di essere maturo per fare la "grande" e quando è in giornata, la squadra di Masitto non sembra aver niente di meno rispetto alle squadre di vertice. Vedi il match con l'Union Clodiense, finito sì 1-1, ma con tanti rimpianti. Un gran bel pareggio per i biancorossi, che però sta anche stretto alla squadra di Masitto, che al cospetto della seconda della classe sfodera una prestazione di enorme livello e meriterebbe di più.

A cominciare già dal primo tempo, quando il Campodarsego parte benissimo e crea diversi presupposti per far male: al 13' Mobilio imbecca Cocola che di testa manda alto, al 31' stessa sorte per Colombi che incorna sul piazzato di Guitto, quindi ci riprova nemmeno un minuto dopo, stavolta su assist di Cocola, ma non è fortunato. Clamorosamente, al 42' è però la Clodiense a passare in vantaggio prima dell'intervallo: Calabrese beffa Boscolo e fa esplodere la curva ospite. Nella ripresa, subito tre cambi per Masitto e Campodarsego che aumenta ancora di più la pressione. Fratini manda a lato al 5' con una conclusione rasoterra, Mobilio all'8' si vede annullare il pari per una posizione di fuorigioco in partenza, quindi ci provano in doppia battuta sia Solinas che Cocola, ma la porta sembra stregata. Per lo meno fino al 19', quando l'arbitro concede il penalty per un fallo di mano in area ospite (con vibranti proteste da parte dei granata): Addiego Mobilio va sul dischetto e sigla il sacrosanto pareggio. Quel che accade dopo rischia però di cambiare la storia della gara: un giocatore ospite se la prende con Mobilio che esulta davanti ai tifosi granata, irrompe Gentile e ne nasce un parapiglia dal quale esce l'espulsione per quest'ultimo. Mister Masitto se la prende con Gentile per il rosso ingenuo del suo giocatore, e viene espulso a sua volta, per essere entrato sul terreno di gioco. Fatto sta che sull'1-1, e con l'uomo in più, la Clodiense potrebbe accelerare e invece è ancor al Campodarsego nel finale ad andare più vicino al gol del vantaggio. Al 34' lo sfiora Reato, deviando sull'invito di Messali; al 40' tocca a Prevedello, ma la sua parabola termina a lato; quindi al 46' Cocola cade a terra in area, ma l'arbitro lascia correre. Una corrida che termina 1-1, ma che ai punti il Campodarsego avrebbe meritato di conquistarsi.

CAMPODARSEGO-UNION CLODIENSE 1-1

CAMPODARSEGO: Boscolo Palo, Oneto, Marini (1' st Messali), Fratini, Gentile, Guitto, Cocola, Alluci (1' st Giacomazzi), Colombi (1' st Solinas), Addiego Mobilio (24' st Lovato), Reato(35' st Prevedello).

A disposizione: Fortin, Girardello, Bertazzolo, Minazzato.

Allenatore: Masitto.

UN. CLODIENSE: Passador, De Angelis (22' st Duse), Tinazzi, Serena, Mboup, Cuomo, Calabrese (32' st Marcolin), Finazzi (38' st Casarotto), Ndreca (32' st Ouro), Fasolo, Buongiorno (13' st Di Maira).

A disposizione: Petre, Calcagnotto, Monticelli, Busatto.

Allenatore: Andreucci.

Arbitro: Peletti di Crema.

Reti: 42' pt Calabrese, 19' st rigore Addiego Mobilio.

Note: ammoniti Alluci, Buongiorno, Fratini, Cocola e Giacomazzi. Espulso Gentile al 20' st e Masitto (all. Campodarsego). Calci d'angolo 4-2. Recupero 2' e 4'.

tutte le notizie di