Balotelli e la clausola con il Monza: dovrà abitare entro 30 km dal centro sportivo

Una vita ritirata. Si fa per dire, perché vivere a non più di trenta chilometri da Monzello non è proprio una galera. Quindi, in pratica, la regola imposta dal Monza sul contratto a Mario Balotelli è molto light, più di qualsiasi regola light imposta dal governo a qualsiasi italiano in questo momento. Balotelli ieri nella tarda mattinata si è presentato alla clinica La Madonnina di Milano. C’erano da fare i test medici, poi sostenere quelli anti Covid, quindi i test posturali con Jean Pierre Meersseman, un altro pezzo di vecchio Milan che ha analizzato Mario e il suo fisico. Perché questa, co- me ha detto Adriano Galliani qualche giorno fa, è l’ultima chiamata per l’ex ragazzo prodigio. Che ora ha trent’anni e prova a rientrare nel calcio con una bella impresa.

Il pranzo a casa Galliani

Balotelli dopo le visite mediche ha pranzato con Galliani, che lo ha fotografato con la maglia numero 45 del Monza e forse l’immagine migliore è quella dell’ad che scatta immagini del nuovo giocatore sotto l’albero di Natale in casa sua (dopo la firma sul contratto). Perché Galliani è un romantico e certe passioni non finiscono. Se Balotelli non lo deluderà, il Monza potrà fare un gran balzo in avanti.

Leggi anche > Serie B, ultimatum per Brocchi al Monza contro il Venezia: ecco chi potrebbe sostituirlo

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy