Bari, dopo la sconfitta con la Ternana esplode la rabbia dei tifosi

Bari, che mazzata! Il grande confronto diretto contro la Ternana è finito malissimo, i rossoverdi si confermano saldamente al comando del girone C. Il colpo si è avvertito nella piazza pugliese. Forse più forte di quanto si pensasse. La pandemia da coronavirus maschera solo in parte la delusione cocente della città del pallone. Bari si è risvegliata dalla sconfitta con la Ternana arrabbiata, delusa, impaurita. Dai social network ai forum tradizionalmente frequentati dai tifosi, la rabbia sgorga a fiumi. Oggi, purtroppo, non c’è altro modo di comunicare. Ma in una condizione normale, probabilmente la protesta sarebbe stata palesata «in presenza». Una prima avvisaglia, in fondo, si era già avuta dopo lo stop nel derby con il Foggia. Pur con tutte le precauzioni e le limitazioni imposte dal delicato frangente, una rappresentanza dei tifosi aveva manifestato alla squadra delusione, pur rassicurando sul supporto ad oltranza. Ma a patto che si sarebbe profuso il massimo impegno pur di centrare l’obiettivo. Lo stop con gli umbri, invece, ha fatto riaffiorare spettri del recente passato. Ovvero, di un campionato in perenne rincorsa che può concludersi con un pugno di mosche, proprio come è avvenuto lo scorso luglio.

Basta scorrere siti «storici» per il mondo biancorosso come «solobari.it» o «orgogliobarese.it» per rendersi conto dei sentimenti di una tifoseria al momento ferita. Sotto accusa, come ricostruisce oggi La Gazzetta del Mezzogiorno, finisce non soltanto la prestazione della squadra, ma anche le scelte di mister Auteri o sul mercato estivo. C’è chi si pone addirittura avanti, ipotizzando la necessità di una «svolta de- cisiva», ingaggiando un nuovo tecnico. E qui, cominciano a fioccare le ipotesi: da nomi più o meno altisonanti al ritorno di Vincenzo Vivarini, peraltro ancora sotto contratto con i Galletti. L’allenatore abruzzese, peraltro, ha perso una sola volta (sebbene decisiva) nella sua gestione: Auteri, in appena dieci gare, ha già rimediato due ko, con uno score che al momento conta appena due punti in più rispetto allo scorso campionato.

 

Leggi anche > Le province italiane più rappresentate nel calcio professionistico: comandano in due…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy