Bernardinello Petrarca, Giampaolo: “Dolorose cessioni, ma il tasso tecnico è cresciuto. E su Rafinha…”

Sarà un Bernardinello Petrarca rinnovatissimo quello che ai primi di settembre si radunerà in preparazione alla Serie A Futsal 2020-2021. Ma alla guida ci sarò nuovamente, e per la 4^ stagione di fila, Luca Giampaolo, che ha preso in mano la squadra in Serie B, conducendola dapprima alla vittoria del Campionato e della Coppa Italia di B, poi alla vittoria della Serie A2, e successivamente alla permanenza in Serie A.
Il tecnico di Ostia ormai a Padova ci ha messo le radici e fa parte in pianta stabile del progetto del sodalizio bianconero. L’organico ha subito notevoli modifiche, con un ricambio quasi completo al gruppo che nelle ultime stagioni ha dapprima vinto l’A2 e poi conquistato la stentata salvezza in A dello scorso anno. Così Giampaolo ai nostri microfoni:

La società ha lavorato molto in estate affinché si potesse essere soddisfatti del mercato in entrata. Siamo partiti, sia da un punto di vista umano che ovviamente tecniche, dalle dolorose cessioni dei giocatori che lo scorso anno si sono ben comportati. Abbiamo deciso di mantenere in rosa il nuovo capitano Alba, e il siciliano Andrea Vitale, perché crediamo siano molto compatibili col nuovo corso. Abbiamo riflettuto molto sui possibili errori compiuti lo scorso anno all’esordio in A, ed abbiamo deciso di cercare ed indirizzare le nostre scelte maggiormente su giocatori con una confidenza significativa nella massima serie. Anche se riconosciamo al gruppo degli ultimi 2 anni grandissimi meriti

Quasi al termine dell’estate, il Petrarca ha un volto davvero diverso da quello dello scorso anno.

Posso ritenermi molto soddisfatto. Sono sicuro che una volta amalgamato il gruppo nuovo ci toglieremo alcune soddisfazioni. Sicuramente il tasso tecnico della squadra è cresciuto. Ma è cresciuto molto anche il livello tecnico generale del campionato e quindi non dobbiamo illuderci perchè sarà durissima

Si sta parlando molto, nell’ambiente, del possibile arrivo di Rafinha, ex di Luparense e Rieti.

La società sta lavorando all’inserimento di questo ultimo giocatore. Credo che Rafinha sia un top player di serie A e che con il suo eventuale apporto potremmo sicuramente fare un ulteriore salto di qualità. È un giocatore straordinario. Mi piacerebbe molto allenarlo

Quale può essere l’obiettivo di classifica del Bernardinello Petrarca?

Porsi un obiettivo in questo momento sarebbe prematuro. Posso promettere ai nostri tifosi che sicuramente faremo meglio dello scorso anno. La linea tra la salvezza e i play è davvero sottile. Sarà quindi un campionato estremamente equilibrato, difficile, ma decisamente più affascinante

Nell’organico ci saranno anche tanti ragazzi del florido vivaio.

Il nostro progetto prevede l’inserimento in rosa di alcuni giovani dal profilo molto interessante. Abbiamo quindi, a differenza delle altre pretendenti ai playoff, deciso di fare una rosa qualitativa ma corta, cosi da permettere, appena ce ne fosse la possibilità, l’inserimento progressivo e la crescita dei nostri talentini. Sappiamo che questo può rallentare un po’ la corsa, ma sicuramente col passare del tempo abbiamo convinzione di centrare l’obiettivo della loro crescita

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy