L’Arzignano torna nel suo fortino e si candida a “star” del girone. Chilese: “La C non sarà più un salto nel buio”

L’Arzignano si prepara a cominciare il campionato di serie D, con la consapevolezza che un’eventuale nuova promozione non sarà un salto nel buio: il club gialloceleste, oltre l’esperienza maturata sul campo tra i professionisti, è forte di un nuovo rapporto con l’amministrazione comunale che potrebbe portare a importanti novità sul fronte stadio. Tornare in C al Dal Molin, sarebbe tutta un’altra musica. Ma c’è prima da disputare un campionato che si preannuncia molto complicato, viste le corazzate del girone.

“Direi che ci aspetta un campionato davvero tosto – dice il presidente dell’Arzignano Lino Chilese, intervistato da Il Giornale di Vicenza – sia perché le partite da affrontare saranno davvero tante, sia per la concorrenza in un gruppo nel quale sono finite formazioni del calibro di Trento, Feltre, Luparnese, Adriese e Muzane. Lo ritengo un girone di ferro ma questo rende il tutto ancora più avvincente. Penso che il ritorno nel nostro stadio sia una cosa importantissima, tra allenamenti e partite abbiamo in pratica vissuto un anno completamente in trasferta e ciò ha comportato un impegno devastante”. Ci sarà anche il  nuovo campo in sintetico. “Questa è un’altra cosa determinante, diciamo che nella cittadella dello sport di Arzignano sempre essersi accesa una luce. Come società siamo inoltre davvero felici per il rapporto che si è instaurato con l’amministrazione comunale tanto che si sta cercando di fare un piano per il futuro di tutti i ragazzi arzignanesi”. Sulla passata stagione: “Penso sia stata un’esperienza unica che ci potrebbe permettere in caso di eventuale promozione futura di sapere a cosa si va incontro. Come potremo mai dimenticare ad esempio la gioia per aver portato 8000 vicentini allo stadio per vedere il derby con il Vicenza? Al di là del risultato (1-0 per i biancorossi con rete di Cinelli, ndr) quella sera ho provato emozioni inimmaginabili e indimenticabili”.

Tutto sul calcio dilettanti triveneto: entra nella nostra sezione dedicata

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy