Padova, primo gol di Mandorlini con il papà in panchina: un regalo che vale doppio

Matteo Mandorlini è a Padova dal 2016, un giocatore ritenuto prezioso dalla società che gli ha rinnovato il contratto quest’estate. Il papà Andrea è subentrato invece lo scorso anno, trovando in rosa, per la prima volta, il figlio. E ieri c’è stata un’altra prima volta. Matteo, subentrato all’81’ a Hraiech, ha chiuso il match con il terzo gol, facendo tirare un lungo sospiro di sollievo al papà-allenatore, che già vedeva materializzarsi i fantasmi delle ultime partite, magari con un clamoroso pari in extremis del Mantova. Una gioia doppia quindi: questa volta non serve la telefonata per complimentarsi con il figlio dopo un gol, visto che Andrea si è goduto in prima fila la prodezza del figlio. Che ha tolto anche le castagne dal fuoco, blindando la prima vittoria in campionato dei biancoscudati. “Sono contento per Matteo, questa è un’emozione che non avevo ancora provato. Eravamo andati vicini al gol in altre occasioni, ma sono contento che sia stato lui a chiuderla” ha detto poi in sala stampa Mandorlini padre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy