Padova, rebus portiere: Minelli tentenna sul rinnovo, la società guarda altrove. Chi giocherà tra i pali domenica?

Tre ipotesi sul futuro dell’estremo difensore

Chi giocherà in porta nel Padova domenica contro la Virtus Verona? Il dubbio è legittimo, come riporta anche il quotidiano Il Mattino di oggi. L’attuale titolare della porta biancoscudata, Stefano Minelli, ha ritenuto non sufficiente l’offerta di rinnovo proposta da Sean Sogliano (a cifre più basse rispetto a quelle attuali). La società biancoscudata e l’estremo difensore arrivato lo scorso gennaio dal Brescia non hanno ancora trovato l’accordo per il prolungamento contrattuale e la dilazione dell’ingaggio e se si dovesse arrivare alla fumata nera, il portiere finirebbe sul mercato. Il ds Sean Sogliano si aspetta una risposta in questi giorni, preferibilmente già entro venerdì, per sistemare la situazione prima dell’inizio del campionato. Cosa può succedere?

La prima ipotesi. Minelli accetta la proposta del Padova, che gli ha offerto il rinnovo allo scopo di alleggerire il monte ingaggi, e viene confermato portiere del Padova per i prossimi due anni. È ciò che si augurano anche i tifosi, visto che il portiere bresciano è amato dal pubblico, considerato tra i meno “colpevoli” della scorsa disgraziata annata.

La seconda ipotesi. Il portiere biancoscudato rifiuta definitivamente il rinnovo e viene ceduto a un’altra squadra, permettendo al Padova di incassare una piccola cifra (va tenuto conto che entrerebbe in scadenza dal prossimo anno).

La terza ipotesi. Minelli rifiuta il contratto ma non riesce ad attrarre offerte da altri club. Il Padova lo mette fuori rosa, puntando su un altro portiere (Galli, ora in prova, sarà tesserato, in attesa del completo recupero di Merelli).

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy