Ghirelli e quel libro sul Perugia che fa arrabbiare i tifosi del Padova

di Redazione PadovaSport.TV

Super partes, ma neanche tanto perché al cuore non si comanda. Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, è dirigente di lunga data, prima politico poi sportivo. E, da umbro, ha scelto il Perugia come squadra del cuore (ne è stato anche direttore generale negli anni ’90). Nel 1997 ha scritto, insieme a Giordano Martucci, un libro sui grifoni: Perugia, un amore (edito da Marcon Gruppo Editoriale, si trova ancora in vendita online, su E-Bay c’è chi lo propone a 100 euro, per via delle 615 pagine e delle pochissime copie rimaste a disposizione, riportiamo la copertina nella foto sotto).

In questi giorni, dopo il testa a testa tra Padova e Perugia terminato domenica con la promozione diretta della squadra di Caserta, molti tifosi biancoscudati hanno attaccato il numero uno della Lega Pro proprio per questa “simpatia” verso gli umbri (ricorda per certi versi il giudice Valente, super tifoso del Torino, chiamato a decidere sul caso del black-out durante il match con i piemontesi). Ghirelli non è un giudice, ma è comunque il rappresentante per eccellenza dell’istituzione Lega Pro, che dovrebbe non solo essere ma anche apparire sopra le parti. Niente di illegale, per carità, ma in effetti viene da chiedersi: di quanti presidenti di Lega (vedi Dal Pino in A o Balata in B) si conosce pubblicamente la fede calcistica? Se Paolo Dal Pino, il manager che dirige la serie A, avesse scritto un libro “Juventus, un amore” sarebbe stato sicuramente un po’ strano. In serie C però c’è meno attenzione a questi dettagli, per anni infatti ha “regnato” un presidente, Mario Macalli, che in precedenza era stato presidente del Pergocrema (club che apparteneva alla stessa Lega). In quel caso però intervenne anche la Finanza, dopo alcune operazioni molto poco chiare.

Francesco Ghirelli è stato rieletto presidente della Lega Pro per il secondo mandato lo scorso gennaio. Nominato per la prima volta il 6 novembre 2018 succedendo a Gabriele Gravina (attuale presidente della FIGC), ha raccolto 49 voti a favore contro le 3 preferenze per lo sfidante Andrea Borghini.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy