Gravina tuona: “Basta richieste sparse, quello che vuole la serie B è inopportuno”

di Redazione PadovaSport.TV

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, non tocca direttamente il tema della Serie C sul campo ma parla della situazione relativa al Coronavirus e alle proposte che attende il presidente della Figc Gravina sia per fronteggiare questa emergenza sul piano economico, sia per quanto riguarda i calendari per una possibile ripartenza.

Il presidente della Figc Gabriele Gravina ha richiesto a tutte le componenti di inviare le proposte che faranno parte del pacchetto sui provvedimenti che dovrebbero aiutare il sistema calcio, che verrà portato all’attenzione del ministro dello sport, Vincenzo Spadafora. L’auspicio di Gravina è che ci sia una coerenza interna, un approccio di sistema, anche per non far passare l’immagine del calcio come un mondo dell’egoismo in un Paese che soffre. Alla lettera di Gravina, il presidente della Lega Paolo Dal Pino ha risposto con una telefonata che annuncia per domani la consegna delle proposte. La Serie B ha suggerito la possibilità di mettere in gioco due fondi di «accantonamento» previsti dal budget federale. «Queste richieste sono inopportune e inapplicabili» la reazione di Gravina a cui ha risposto il presidente della B Balata: «Parlare di personalismi a chi si è messo sempre entro i limiti fissati dalle istituzioni è assolutamente fuori luogo e anzi, inopportuno».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy