Serie B: Sassuolo in fuga, ma la sorpresa è la Ternana

di Redazione PadovaSport.TV

Il Sassuolo continua a vincere e convincere rinsaldando il primato in classifica della serie cadetta nella giornata delle triplette (due: di Ardemagni e Danilevicius) e delle doppiette (quattro: Boakye, Vitale, Ebagua e Saponara). Anche la Ternana vince ed e’ alla sua quarta vittoria consecutiva. Ma andiamo con ordine.

La squadra di Eusebio Di Francesco ha battuto fuori casa il Grosseto (subendo peraltro la prima rete in trasferta) grazie alla doppietta del 19enne Boakye e si conferma la squadra piu’ forte di questa prima parte del torneo. Ai toscani non e’ bastato il cambio in panchina (lunedi’ da Moriero a somma) seppur non abbiano demeritato, ma la classifica li vede sempre in ultima posizione. Ai due gol di Boakye ha risposto il varesino Ebagua, ma non e’ bastato per battere l’Empoli, a sua volta trascinata da Saponara che ha firmato la sua doppietta proprio al 51′ della ripresa, un attimo prima che l’arbitro fischiasse la fine del match (2-2). Prosegue il momento si’ della rivelazione Ternana al quinto risultato utile. La formazione, neo promossa, viaggia nelle zone alte della graduatoria dopo il successo sul Cittadella firmato grazie a un super Vitale (doppietta su punizione) e Nole’ (di Di Roberto la rete del momentaneo 2-1 per gli ospiti). Il Modena risale la classifica, stavolta la vittima di turno e’ il Cesena di Bisoli, che ha rovinato tutto dopo poco piu’ di 20′ con l’espulsione di Tonucci (nella ripresa rosso anche a Ceccarelli, per il Modena Surraco), il conseguente rigore trasformato da Ardemagni e il raddoppio immediato di Signori. Nella ripresa, ancora Ardemagni ha arrotondato il punteggio e il numero delle sue reti personali (4-0). Il Bari soffre non poco, ma alla fine di misura grazie a Bellomo batte il Vicenza e si conferma squadra solida e se non avesse avuto la penalizzazione…Il Brescia ottiene il quinto risultato utile di fila (due vittorie e tre pari) superando il Lanciano grazie a Budel e Caracciolo, che pure sullo 0-0 aveva fallito un penalty.

A Piacenza, la Pro Vercelli cede di schianto alla Juve Stabia gia’ nel primo tempo, piegata dalle reti di Danilevicius (alla fine tripletta) ed Erpen.

 Caridi sullo 0-3 ha anche fallito un penalty che avrebbe potuto ridare coraggio ai piemontesi, poi la rete della bandiera nella ripresa e’ stata realizzata da Fabiano. Per Ascoli e Reggina vittorie tra le mura amiche: Soncin e Loviso hanno piegato il Crotone (espulso Calil), mentre Ely su punizione ha ridato ossigeno e fiducia alla squadra di Dionigi, mentre il Novara di Tesser deve farsi alcune domande (espulso Ludi e nel finale Lazzari). La giornata si era aperta ieri con l’anticipo-derby tra Padova e Verona, che ha decretato la vittoria dei patavini proprio all’ultimo respiro (Raimondi al 94′), negando agli scaligeri la possibilita’ di restare aggrappati alla capolista Sassuolo. Lunedi’ l’altro match-clou dell’ottava giornata: di fronte Livorno-Spezia, per un incontro che e’ piu’ di un derby (le due citta’ distano meno di 100 km pur essendo in due diverse regioni) e che per questo vedra’ un esodo di tifosi spezzini verso la citta’ labronica. Previsto un potenziamento di agenti e steward per garantire al meglio l’ordine pubblico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy