Atletica, under 20 a Padova: trionfano Germania e Francia

Atletica, under 20 a Padova: trionfano Germania e Francia

Qualche buona prestazione personale per gli azzurrini che non hanno potuto
però fare molto contro i più quotati avversari

Commenta per primo!

La Germania vince il triangolare U20 di Padova, ma la notizia di giornata è il primo successo della serie indoor al maschile per i francesi. Gli azzurri pagano sul piano complessivo la scarsa compattezza e qualche incidente di percorso (lo sprinter novità Nicholas Artuso squalificato per una falsa di 0.097 nella prima prova dei 60): ma le punte della formazione italiana si esprimono al massimo livello, con quattro nuovi limiti di categoria. Con 7.78 nel lungo, il reggino Gabriele Chilà migliora il primato juniores di 7.75 detenuto da Marcell Jacobs (2013), e Ilaria Verderio fissa il record dei 400m a 54.14. Per entrambi si tratta della terza prestazione mondiale stagionale U20. Dagli »llievi schierati dal Direttore Tecnico Stefano Baldini arrivano altre due MPN U18, grazie alla pesista Sydney Giampietro (15.92 con l’attrezzo da 4kg) e al marchigiano Simone Barontini (3’57”28 sui 1500m). Avvicinano i primati di categoria anche Stefano Sottile (vincitore nell’alto con 2.22, poi tentativi falliti a 2.24: e Andrea Motta, secondo, manca di poco i 2.16 della MPN allievi), Matteo Capello (primo nell’asta con 5.10, prima di sbagliare la quota record di 5.32), Marta Zenoni (4’19”31 in un 1500 dominato dal primo all’ultimo metro), l’Allievo Andrea Dallavalle (15.66, a quattro centimetri dalla MPN U18 del triplo). La classifica generale: Germania 198, Francia 189, Italia 145; maschile: Francia 102, Germania 95, Italia 80; femminile: Germania 103, Francia 87, Italia 65. Nel contemporaneo incontro dedicato ai lanci di Caorle domina la Germania e non è una novità, perché mai lo squadrone tedesco ha lasciato la leadership del triangolare giovanile dei lanci invernali: ma allo stadio Chiggiato – in una giornata dove hanno vinto soprattutto pioggia e vento – le ragazze italiane portano la squadra azzurra al secondo posto nella classifica finale complessiva. L’unico successo individuale arriva peraltro dal settore maschile, grazie al martellista Marco Bortolato (65,18). Nel disco da segnalare il secondo posto di Giada Andreutti, U23 azzurra, è una delle migliori notizie di giornata: 49.95 tutt’altro che male, per quanto si è visto nel pomeriggio di Caorle. Le due juniores italiane in pedana, Elena Varriale (allieva) e Martina Carnevale, fanno 39.85 e 38.61. Classifica generale: Germania 983.07, Italia 9.29.84, Francia 919.36; uomini: Germania 533.24, Francia 505.24, Italia 500.28; donne: Germania 449.83, Italia 429.56, Francia 414.12. (da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy