Futsal, Coppa della Divisione: Luparense troppo forte, il Petrarca si arrende

Futsal, Coppa della Divisione: Luparense troppo forte, il Petrarca si arrende

di Redazione PadovaSport.TV

2° TURNO COPPA DELLA DIVISIONE

ITALIAN COFFEE PETRARCA PADOVA – LUPARENSE 2-7 (2-6 pt)

PETRARCA: Bastini, Ortega, Basso, Terenzi, Franceschini, Arnaldo, Turiaco, Cleber, Foglia, Digao, Chinchio, Gastaldello. All. Giampaolo

LUPARENSE: Miarelli, Jesulito, Duric, Lara, Tobe, Honorio, Rafinha, Etilendi, Taborda, Pavanetto, Mello, Jefferson . All. Marin

MARCATORI: 25” Basso (P); 3’21,12’36 Honorio (L); 12’45 Rafinha (L); 13’50 Mello (L); 14’05 Jesulito (L); 14’46 Jefferson (L); 19’39 Foglia (L); 21’41 Taborda (L).

AMMONITI: Mello (L)

ARBITRI: Zanfino di Agropoli e De Ninno di Varese. CRONO: Dalla Valle di Verona

PADOVA – Per la prima volta nel secondo turno della neonata Coppa della Divisione di fronte l’ambizioso Italian Coffee Petrarca di mister Giampaolo, dominatore indiscusso della serie B, e la società più titolata d’Italia, la Luparense scudettata di mister Marin. Pronti via e sono subito i padroni di casa a colpire dopo 25” con Basso, lesto a sfruttare una disattenzione della difesa dei Lupi. Taborda e compagni provano a farsi vivi dalle parti di Bastini, che subisce il gol del pareggio dopo tre minuti con un preciso diagonale di Honorio. Tobe e Lara sfiorano in vantaggio per gli ospiti, l’Italian Coffee risponde invece con un missile di Foglia controllato da Miarelli al 9’. Il tempo scorre e la partita rimane sul filo dell’equilibrio sino al micidiale uno-due della Luparense che nel giro di 10 secondi va assegno dapprima con Honorio e poi con una ripartenza del veloce Rafinha. L’Italian Coffee prova a reagire ma subisce il gol dell’1-4 firmato da Mello, poi vanno a segno Jesulito e Jefferson che aumentano il divario fino a cinque gol. I patavini giocano la carta del portiere di movimento e accorciano le distanze con l’ex Foglia (targato Steel Service) in chiusura di primo tempo.

In avvio di ripresa la Luparense allunga sul 2-7 con un gol di Taborda, poi la gara si fa combattuta e i padroni di casa grazie alle parate dell’ottimo neoacquisto Chinchio mantiene il risultato inchiodato per svariati minuti. Al 10’ Ortega viene fermato al limite dell’area da Mello che viene ammonito: il Petrarca prende coraggio e va vicina al gol con Turiaco e Cleber qualche secondo dopo. Cleber portiere di movimento tiene lontana la pressione degli ospiti e la gara si trascina così fino al fischio finale tra gli applausi del pubblico patavino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy