Non solo Petrarca, dal Comune pronte delibere per un milione di euro a favore di Valsugana e Cus

Non solo Petrarca, dal Comune pronte delibere per un milione di euro a favore di Valsugana e Cus

Commenta per primo!

C’è polpa anche per Cus Padova e Valsugana Rugby. Dopo il Petrarca, a cui il sindaco Massimo Bitonci ha promesso un contributo di 300 mila euro in due anni per la realizzazione di un campo in erba sintetica, anche le altre società cittadine hanno ricevuto garanzie sul sostegno finanziario dell’amministrazione comunale che sta per varare due delibere da un milione di euro a favore delle strutture sportive cittadine. Non è detto che anche per Valsugana (serie A) e Cus (serie B) l’intervento si concretizzerà in un terreno da allenamento in sintetico. Tuttavia le società potranno operare certamente interventi importanti. Per il Valsugana la giunta Bitonci ha già stanziato 300 mila euro (concordati con la vecchia amministrazione e inseriti nel bilancio previsionale 2014) per dei nuovi spogliatoi. Inoltre la società vorrebbe estendere la superficie dei propri impianti (di proprietà comunale). È lo stesso sindaco Bitonci a confermarlo. «Proprio oggi (ieri ndr) abbiamo incontrato i proprietari adiacenti agli impianti del Valsugana, per capire se c’è la possiblità di acquisire alcuni terreni dove realizzare un campo nuovo in erba. Se ciò non fosse possibile si potrebbe pensare al sintetico», ha rivelato il sindaco di Padova. Al Cus la partita è leggermente diversa. Anche gli “universitari” farebbe gola un campo in sintetico per il rugby, che potrebbe sorgere sul terreno di allenamento dopo il parcheggio, lungo l’argine di via Corrado. A differenza del resto degli impianti, di proprietà dell’Università, quel campo è in concessione dal Comune. Attualmente però Cus, Università e Palazzo Moroni stanno discutendo, con ottime premesse, della cessione di alcune aree che facevano parte del vecchio deposito Aps, proprio a ridotto degli impianti universitari, che al Cus servirebbero per realizzare una nuova palestra. Non sarà comunque solo il rugby a godere del sostegno del Comune. «Abbiamo un piano che sveleremo tra un paio di settimane, per opere sportive a favore di numerose discipline sportive. Fondi di parte corrente, per contributi ad opere che dovranno realizzare le società, sotto il nostro controllo», ha spiegato il sindaco, “Partiremo con una variazione al bilancio di 500mila euro, attraverso una delibera di giunta, che pensiamo di estendere fino a un milione di euro con un successivo intervento. Abbiamo risorse nel fondo di riserva, somme non vincolate dal patto di stabilità, per circa 2,5 milioni di euro, che utilizzeremo entro fine anno sport, sociale, voucher lavoro per disoccupati e per l’emergenza neve»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy