Petrarca Rugby, oggi il raduno alla Guizza: obiettivo scudetto

Petrarca Rugby, oggi il raduno alla Guizza: obiettivo scudetto

Il Petrarca riparte. Oggi alle 18 al centro Memo Geremia, alla Guizza, ci sarà infatti il raduno della squadra agli ordini del confermatissimo allenatore Andrea Cavinato.
Non sarà presenta il presidente Enrico Toffano, fuori sede per lavoro, e a fare gli onori di casa e a dare il benvenuto ai tanti nuovi acquisti sarà il direttore sportivo Corrado Covi. «Sono arrivati dodici giocatori, tutti di gradimento di Cavinato. Per completare la rosa, mancano ancora due stranieri; uno sarà un numero 8 australiano molto forte fisicamente che abbiamo già individuato, mentre l’altro sarà un seconda linea che sceglieremo con calma. Crediamo di aver allestito una formazione in grado di fare molto bene in campionato, con alternative in tutti i ruoli, anche perché quest’anno facciamo anche la Coppa Europa, per cui era necessario ampliare il roster e dare ai giocatori più importanti la possibilità di rifiatare per essere al top della condizione nel finale di stagione».
Tra gli stranieri l’unico nuovo arrivo è per il momento il possente pilone Mark Irving (195 centimetri per 135 chili), prelevato dal Viadana, mentre i confermati sono il prima linea Romulo Acosta e i mediani Miah Nikora e Jeremy Sùa. «Avremmo tenuto anche Ed Gower – spiega Covi – ma per motivi legati all’attività professionale della moglie, è tornato in Australia».
Detto di Irving, gli altri nuovi arrivati sono i trequarti Enrico Bacchin, Simone Ragusi e Alvise Rigo, gli avanti Jacopo Morona. Giacomo Bernini, Alberto Saccardo, Giovanni Marchetto, Engjel Makellara, Damiano Borean, Luca Scarsini e Alessandro Vanozzi. I partenti sono invece Mantvydas Tveraga, Alessandro Furìa,Filippo Giusti, Mattia Bellini, Francesco Vento, George Iacob, Ed Gower, Travis Larsen e Luigi Milani.
Di questo folto gruppo di giocatori italiani, i due più noti sono senza dubbio Bacchin (per lui 5 caps in nazionale) e Ragusi. «Vengono da esperienze importanti con la Benetton in Pro 12 e in Celtic – prosegue il diesse bianconero – e quando abbiamo saputo che la franchigia di Treviso li lasciava liberi, li abbiamo contattati. Per entrambi giocare in Eccellenza con il Petrarca sarà un’occasione da sfruttare per cercare di rilanciarsi a livelli più alti».
Ci sono anche due ritorni: si tratta di Alberto Saccardo, l’anno scorso in forza al Mogliano, che può giocare terza e seconda linea, e del tallonatore Giovanni Marchetto, che nella passata stagione ha giocato a L’Aquila, allenato da Ludovic Mercier. La rosa messa a disposizione di Andrea Cavinato sembra poter essere davvero molto competitiva e lo diventerà ancora più quando arriveranno i due stranieri che ancora mancano all’appello. L’obiettivo è quello di migliorare la semifinale della scorsa stagione. Il che significa arrivare a giocarsi lo scudetto. (da Il Gazzettino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy