Pallanuoto, Coppa Italia: la Lantech comincia subito da leader

Pallanuoto, Coppa Italia: la Lantech comincia subito da leader

Da Il Mattino: La Lantech è già al comando. Giusto a chiarire che questa sarà pure un’edizione in tono minore della Coppa Italia, ma le buone abitudini è bene non perderle. Le campionesse uscenti, di scena fino a domenica al Centro federale di Ostia per la Final Six, hanno iniziato la difesa del trofeo già conquistato nel 2015 con un doppio successo, pur senza poter contare su colonne come le azzurre Teani e Queirolo e come la canadese Robinson, impegnate in Nazionale. In mattinata il setterosa padovano ha superato 8-7 il Mediostar Prato (4-2, 2-2, 2-2, 0-1, con tripletta di Barzon, doppietta di Millo, e reti singole delle gemelle Savioli e di Gottardo). In serata, nella seconda partita del primo giorno, ha travolto l’Orizzonte Catania 15-4 (2-0, 4-2, 4-1, 5-1: poker della giovane Nencha, doppiette per Millo, Fisco e Gottardo e gol singoli di Martina Savioli, Casson, Dario, Mazzolin e Lascialandà). E così, anche approfittando dei risultati della concorrenza, le ragazze di coach Posterivo sono subito balzate in vetta al girone. Già, perché nelle altre gare, Rapallo e Bogliasco hanno pareggiato 7-7, Cosenza ha battuto Catania 10-5, Rapallo ha piegato Prato 6-3, e Bogliasco ha superato Cosenza 8-5, per una classifica che a questo punto recita: Lantech Padova 6, Bogliasco e Rapallo 4, Cosenza 3, Prato e Catania 0. «Abbiamo iniziato la seconda gara nel modo giusto» commenta coach Stefano Posterivo. «Avevo chiesto alle ragazze di partire forti e non sprecare niente nella fase di attacco e così hanno fatto. Portarci aventi con il punteggio ci ha permesso di dare spazio anche alle giovani e far ruotare tutta la squadra in vista delle prossime partite». Sull’impegno della mattina, il tecnico del Plebiscito dice: «La squadra ha giocato bene per due tempi e all’inizio della terza frazione ha raggiunto il massimo vantaggio di +4. Sul punteggio di 8-4 abbiamo commesso errori individuali che hanno consentito al Prato di recuperare quasi tutto il gap e in attacco non siamo più riusciti ad andare a segno. Nel finale le nostre avversarie hanno avuto più di un’opportunità per raggiungere il pareggio, ma nel complesso sono soddisfatto». Da segnalare le buone prestazioni di tutte le giovani in acqua, a partire dalla 15enne Giada Mazzolin, passando per Alessia Casson (17 anni) e per i due portieri Stella Franceschino (17) e Carolina Giaccon (15), che ha avuto modo di esordire in prima squadra in queste Final Six. Oggi la Lantech giocherà altri due match, a mezzogiorno con Rapallo e alle 19.30 con Bogliasco. Nel caso di una nuova doppia affermazione potrebbe addirittura ritrovarsi a festeggiare la vittoria della Coppa senza attendere l’impegno di domenica, con Cosenza. Intanto, stasera alle 18, scenderanno in vasca anche gli uomini della Roberto Plebiscito, ospiti del Lavagna in A/2. Mezzora più tardi l’Aquaria di Piove di Sacco sarà di scena a Como, in Serie B.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy