Rugby, il Petrarca è un cantiere tra turn-over e nuovi innesti

Rugby, il Petrarca è un cantiere tra turn-over e nuovi innesti

Commenta per primo!

Va in archivio oggi la fase a gironi del Trofeo Eccellenza, che per il Petrarca si chiude con una partita priva di significato agonistico con il San Donà, ma che servirà ai tuttoneri come rodaggio in vista dei prossimi impegni . Il match è in programma alle 15 al centro sportivo Geremia e servirà, come detto, più che altro a favorire il turn over e a rodare alcuni meccanismi di gioco in vista della ripresa del campionato di Eccellenza nel prossimo weekend. Con la finale del Trofeo già decisa, tra Rovigo e Fiamme Oro (8 o 9 febbraio), i tuttoneri di Andrea Moretti e Rocco Salvan cercano fiducia e indicazioni pensando già al prossimo derby d’Italia, che si giocherà in riva all’Adige sabato 25 gennaio. La sconfitta maturata al Plebiscito domenica scorsa contro i rossoblù rodigini ha lasciato ovviamente dell’amarezza ma anche un po’ di fiducia in più nello spogliatoio petrachino. Targa e compagni non hanno certo sfigurato contro i più quotati cugini polesani, in testa al campionato e finalisti in questa competizione minore riservata alle squadre escluse dalle coppe europee. Nel girone 1 ormai Rovigo è irraggiungibile. «Quella di oggi è una partita che ai fini della classifica non ha più niente da dire, ma che dal punto di vista emotivo e tecnico deve essere giocata dal Petrarca al cento per cento», spiega l’allenatore del Petrarca Andrea Moretti. «È comunque un altro derby, e sarà anche utile per continuare a lavorare su quelle situazioni tecniche che nelle sfide con Rovigo e Mogliano ci hanno visto subire, in modo particolare, nella difesa dei drive da rimessa laterale. San Donà in questo fondamentale è sicuramente una squadra molto pericolosa, oltretutto dispone di una mischia ordinata tra le più potenti del campionato, e considerando le condizioni climatiche che prevedono pioggia, la partita se la aggiudicherà chi più sarà efficace nelle fasi di conquista». Tra i titolari c’è per la prima volta il pilone argentino Acosta, oltre a Berton e Di Giorgio che finora hanno giocato pochi scampoli di gara. Esperimento sul lato chiuso della terza linea, con il gigante neozelandese Middleton. La formazione annunciata del Petrarca: Cerioni, Di Giorgio, Chillon, Bertetti, Morsellino, Marcato, Francescato, Ansell, Conforti, Middleton, Tveraga, Berton, Staibano, Delfino, Acosta. A disposizione: Caporello, Mercanti, Cecchinato, Mainardi, Zago, Soffiato, Menniti-Ippolito, Bettin.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy