Bassano, stesso crollo dell’anno scorso. Troppo corta la rosa?

Bassano, stesso crollo dell’anno scorso. Troppo corta la rosa?

di Redazione PadovaSport.TV

Il Bassano è alle prese con nuovo crollo, dopo quello dell’anno scorso. Fiducia a termine a Magi e avanti navigando a vista, ma c’è grande preoccupazione nell’ambiente giallorosso.
Stavolta, anche se i numeri sono ancora inferiori rispetto al tracollo della scorsa primavera, l’ansia è maggiore e le analogie in aumento. Come tratteggia bene Il Giornale di Vicenza, nel precedente torneo dopo le prime avvisaglie a cavallo tra novembre e dicembre (4 punti in 7 gare sino a Natale) dopo un cammino da sorprendente primatista, il collasso è cominciato a metà febbraio con questa orribile sequenza di 7 kodi fila: Santarcangelo-Bassano 3-0, Bassano-Modena 0-2, Pordenone-Bassano 6-0, Bassano-Mantova 1-2, Sambenedettese-Bassano 1-0, Bassano-Venezia 1-2, Padova- Bassano 1-0. Poi, due brodini coi pareggi contro Albinoleffe e Maceratese e un’altra poderosa sventola a Salò, 3-0 per la Feralpi, 8 ko in 10 gare e lo sfratto dalla zona playoff a metà aprile. In mezzo il cambio in panca dopola sbiancata di Pordenone in diretta Rai e la chiamata di Bertotto al capezzale che cominciò con 4 sbandate consecutive. Adesso come allora la sequenza di infortuni contemporanei a zavorrare il rilancio, pure stavolta la vetta della classifica frequentata nel primo scorcio del campionato prima della caduta libera. E nonostante le cifre odierne non sono ancora così raggelanti (5 fuoripista nelle ultime 6, uno in più se contiamo la Coppa Italia), il timore che si percepisce nell’ambiente è infinitamente superiore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy