Vicenza, oggi è il giorno della verità: fallimento quasi sicuro, pronto l’esercizio provvisorio

Vicenza, oggi è il giorno della verità: fallimento quasi sicuro, pronto l’esercizio provvisorio

Una prima iniezione di denaro potrebbe arrivare dalla cessione di Giacomelli al Bari

di Redazione PadovaSport.TV

Il giorno della verità. Il futuro del Vicenza calcionon passa, come dovrebbe, per un campo di pallone, ma per le aule del tribunale. Stamattina, a Borgo Berga, è in programma l’udienza davanti al collegio presieduto dal giudice Limitone chiamato a decidere se decretare il fallimento dello storico club di via Schio. Una decisione che, a meno di colpi di scena, appare scontata: dopo 115 anni, la società è destinata a scomparire, mala speranza è che possa rinascere dalle sue ceneri. E il nome giusto per accompagnare la ripresa potrebbe essere quello di Nerio DeBortoli, commercialista veneziano, da lunedì nuovo amministratore della società, che oggi potrebbe essere nominato curatore fallimentare godendo della possibilità di gestire il club con l’esercizio provvisoriofino a giugno. E quindi riordinare i conti, esaminare i bilanci, studiare le ragioni del club, valutare i motivi di 18 milioni di euro di debiti, accertare a quanto ammontino esattamente i ricavi; e, circostanza non di poco conto, trattare con i possibili acquirenti per la cessione in sicurezza della squadra e del titolo sportivo. Quello che sta a cuore ai tifosi.
Il passaggio di oggi – i giudici dovrebbero decidere in giornata – sarà determinante non solo per (tentare di) salvare il Vicenza, ma anche per fare chiarezza sulle responsabilità del passato. Con la dichiarazione di fallimento, infatti, la procura potrà formalmente avviare un’indagine […] Il tribunale dovrà anche avere un quadro completo dei creditori del club di via Schio, fino adomenica presieduto da Sanfilippo: chi avanza soldi – a partire dallo Stato e dal Comune – potrà ottenere parte di quanto avanza. Nessuno, prima della procura, aveva però chiesto il fallimento. (Da Il Giornale di Vicenza)

Intanto il calciomercato potrebbe aiutare: una prima iniezione di denaro arriverebbe dalla cessione di Giacomelli al Bari.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy