Campodarsego, Maurizio Bedin svela i segreti del primato: “Merito di tutti, dal presidente al gestore dei campi. Guardiamo una partita per volta”

Campodarsego, Maurizio Bedin svela i segreti del primato: “Merito di tutti, dal presidente al gestore dei campi. Guardiamo una partita per volta”

Commenta per primo!

Con la vittoria importante quanto sudata ottenuta domenica a Belluno, il Campodarsego si è laureato campione d’inverno avendo mantenuto i tre punti di vantaggio sul Venezia, esagerato nell’affondare il Giorgione. Il capitano dei biancorossi Maurizio Bedin, autentico trascinatore in campo, alla seconda stagione con la maglia del Campodarsego racconta la cavalcata partita dalla scorsa stagione in Eccellenza della sorpendente squadra del presidente Pagin: “L’anno scorso ho vinto il campionato di Eccellenza, quest’anno sono davanti a tutti in serie D, il tutto a due passi da casa: per me non c’è gioia più grande. La vittoria di Belluno ha dimostrato a tutti che non siamo li davanti per caso, anzi ci da ancora più consapevolezza che ce lo meritiamo”. Bedin, con un trascorso tra i professionisti in serie A e più tardi anche con la maglia del Padova, dove aveva iniziato nelle giovanili, divide i meriti con tutto il gruppo e tutti quelli che permettono di lavorare in un ambiente così sereno: “La nostra forza è guardare una partita alla volta, in spogliatoio non parliamo di vincere il campionato ma pensiamo a chi è il prossimo avversario. Il nostro miracolo è iniziato l’anno scorso quando siamo partiti da zero ed abbiamo creato questa mentalità, ovvero quella di essere una grande famiglia. Il merito del primato è di tutti: dal presidente Pagin a Livio, il gestore dei campi”. Vincendo a Belluno, campo tutt’altro che facile visto che nessuno ci era riuscito in stagione, il Campodarsego ha mantenuto il vantaggio sul Venezia, squadra che darà filo da torcere ai biancorossi fino alla fine per la promozione; il match winner di domenica, Grasjan Aliù però vuole continuare a sognare: “A inizio stagione si era parlato di fare bene, durante la preparazione non tutto era andato benissimo. Poi abbiamo trovato compattezza e voglia di vincere. Non abbiamo grandi pressioni, l’ambiente è tranquillo e il mister ci tiene sempre con la testa sul pezzo, stiamo facendo cose straordinarie e vogliamo continuare così”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy