Clodiense, esonerato l’ex biancoscudato Maurizio Rossi

Clodiense, esonerato l’ex biancoscudato Maurizio Rossi

di Redazione PadovaSport.TV

Maurizio Rossi non è più l’allenatore della Clodiense. L’esonero è stato comunicato ieri dal presidente Ivano Boscolo Bielo che, dopo aver preso atto della situazione decisamente difficile della squadra granata, ha deciso di sollevare dall’incarico il tecnico toscano. «Siamo consapevoli che le colpe non sono esclusivamente dell’allenatore ma sono molteplici» ha spiegato il presidente della Clodiense, «colpevole, oltre ai giocatori, è anche la società che evidentemente ha sbagliato qualcosa in sede di campagna acquisti. Purtroppo in questi casi quello che paga è sempre l’allenatore ma, ripeto, Maurizio Rossi è colpevole come lo siamo tutti noi». La società ha deciso di affidare momentaneamente la squadra a Gianluca Mattiazzi, tecnico della juniores che invece, scherzi del destino, sabato contro la stessa Ribelle aveva vinto. «Per il momento sarà Mattiazzi a guidare gli allenamenti» ha inoltre aggiunto Ivano Bielo, «semplicemente perchè avevamo molta fiducia in Rossi tanto che non avevamo contattato nessun allenatore. Adesso ci metteremo alla ricerca di un tecnico che possa fare al caso nostro. Fino a quando però non troveremo la persona giusta la squadra rimarrà nelle mani di Mattiazzi». Dunque il tecnico della juniores, che lo scorso anno aveva già sostituito in panchina durante le squalifiche Andrea Pagan, potrebbe guidare la squadra nella trasferta di Legnago. «Eventualità da non escludere» conferma il presidente granata «se in questi giorni non troviamo alcun accordo». E la Juniores, nel frattempo, verrà affidata al vice di Mattiazzi, Gianfranco Tiozzo. «Mi è stato chiesto» sono le prime parole di Mattiazzi da allenatore della prima squadra «di fare il traghettatore in attesa del nuovo allenatore ed oggi sarò in campo a guidare l’allenamento. Altro, per il momento, non mi è stato chiesto». Fatale a Maurizio Rossi è stata la sconfitta interna di domenica contro la Ribelle, che ha segnato la sesta sconfitta in nove gare. «Vengo condannato dai risultati» dice con amarezza il tecnico esonerato «e purtroppo nel calcio va così. Non ho nessun rimpianto, la squadra ha fatto il suo dovere fino in fondo, ma sappiamo che questo a volte non basta. Comunque ringrazio la società che mi ha scelto questa estate per allenare la Clodiense»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy