Este e San Paolo, vediamo chi siete

Este e San Paolo, vediamo chi siete

I giallorossi cercano 3 punti in casa col Trissino mentre i giallobl§ faranno visita alla capolista Virtus Vecomp.

Commenta per primo!

Esami di maturità in vista per le padovane, impegnate domani nel tredicesimo appuntamento del girone d’andata.

Dopo aver portato a casa in extremis un punto da Montebelluna, l’Este ospiterà un Trissino che rispecchia l’andamento altalenante dei giallorossi ma che fuori casa ha già messo a segno due poker di reti.

A sei turni dalla pausa invernale, entrambe sono appaiate a quota 19 punti e cercano il trampolino che le proietti stabilmente in zona playoff. I vicentini, però, hanno davanti a loro un cammino abbastanza agevole, mentre gli atestini sono attesi da avversari probanti quali Pordenone, San Donà, Sambonifacese, oltre al derby del 2 dicembre, e sono quindi “obbligati” a raccogliere più punti possibili tra le mura amiche per lanciare lo sprint finale. Mister Zattarin pare intenzionato a confermare l’undici visto nelle ultime uscite, col probabile ritorno da titolare di Baido, salvatore della patria nell’ultima uscita. Tra i berici di mister Praticò, osservato speciale sarà il bomber Trinchieri, assieme all’esperto Borriero, ex di turno. Arbitrerà Acquapendente di Genova.

L’impegno più ostico dovrà però affrontarlo il San Paolo, atteso a Montorio dalla capolista Virtus Vecomp (arbitro Cesaroni di Pesaro). Bersagliato dalle numerose assenze di Furlanetto, Rampazzo, Mietto, Favero e Pasha, il team patavino deve dimostrare che il 4-2 al Belluno non è stato solo un fuoco fatuo ma i rossoblù del padre padrone Gigi Fresco sono un gran brutto cliente, come dimostrato dal 3-1 esterno imposto al Legnago nel derby della bassa veronese.

«Incontriamo la squadra più forte del girone – avverte il tecnico Fonti – che avrà anche il vantaggio di giocare in un ambiente eccezionale. Grazie al rapporto d’amicizia col Chievo, la Virtus può schierare molti giocatori interessanti quali Odogwu, Mensah, Lallo, Lechthaler, Allegrini e Volpato (grande ex della gara, nda) e sono convinto che fino all’ultimo si giocherà il salto tra i professionisti. Noi vogliamo vendere cara la pelle, dire basta agli alti e bassi degli ultimi tempi e cambiare registro fuori casa, perché è vero che ci basta poco per raggiungere la zona playoff ma con una classifica così corta è altrettanto semplice venire risucchiati nelle zone pericolose».

Le altre partite del tredicesimo turno: Belluno-Giorgione ( 2-2 giocata oggi), Cerea-Tamai, Kras Repen-Legnago, Sacilese-Montebelluna, Sanvitese-Sambonifacese, Quinto-Porto Tolle, Real Vicenza-San Donà, Clodiense-Pordedone.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy