FINALE Este-Piacenza 0-0 e appuntamento ai playoff. Retrocedono invece San Paolo e Thermal Abano

FINALE Este-Piacenza 0-0 e appuntamento ai playoff. Retrocedono invece San Paolo e Thermal Abano

ESTE-PIACENZA 0-0

ESTE: Lorello, Zoppelletto, Scotton, Lelj, Beghin, Bagatini, Tessari (35′ st Coraini), Rubbo, Fyda (22′ pt Rampin), Rondon, Turea (19′ st Diallo). A disp: Veronese, Gal, Mario, Bicalho, Bernardelle. Allenatore: Zattarin.

PIACENZA: Di Graci, Zagnoni, Cigognini (34′ pt Compiani), Tarantino, Colicchio, Di Maio, Volpe, Mauri, Bertazzoli (32′ st Tiboni), Hraiech, Lisi. A disp: Tarolli, Battistotti, Cifarelli, D’Aniello, Montanari, Corso, Minasola. Allenatore: Cerri (Di Paola squalificato).

ARBITRO: Meraviglia di Pistoia (Manara, Vitali).

NOTE: espulso al 25′ st Compiani (P) per gioco violento. Ammoniti Tessari, Rondon, Bagatini (E). Spettatori 800 circa con folta rappresentanza ospite

Buongiorno e benvenuti all’ultimo turno della stagione regolare. Un Este già sicuro di dover affrontare i playoff fin dal primo turno, in programma domenica prossima contro l’Abano, ospita un Piacenza che fallito l’obiettivo promozione diretta, cerca almeno il secondo posto per garantirsi una migliore griglia nella post season.

PRIMO TEMPO

1′ Partiti, bella cornice di pubblico al Nuovo Comunale

5′ Di Graci in uscita bassa anticipa Rubbo lanciato a rete

12′ Temperatura estiva nella bassa padovana, che potrebbe condizionare il rendimento dei 22 in campo

19′ Gioco fermo per un infortunio subito da Zagnoni in un contrasto aereo con Tessari

22′ Cambio nell’Este: esce Fyda, probabilmente indisposto, ed entra Rampin

25′ Cross al centro di Zagnoni da destra, Lisi si coordina in rovesciata ma Zoppelletto para a terra

26′ Ancora Lisi si invola sulla sinistra, entra in area e prova il diagonale rasoterra che però termina oltre il secondo palo

30′ OCCASIONE PIACENZA Cross di Mauri dalla sinistra e Bertazzoli tutto solo a due passi da Lorello alza oltre la traversa. Spinge il Piacenza alla ricerca del vantaggio

34′ Cambio anche nel Piacenza: esce Cicognani ed entra Compiani

43′ Punizione da 25 metri dello specialista Rondon, che termina però altissima

48′ Finisce il primo tempo sullo 0-0. Il Piacenza ha cercato con più insistenza il vantaggio, senza però raggiungerlo, mentre l’Este non è mai riuscito a rendersi particolarmente pericoloso.

SECONDO TEMPO

 1′ Ripartiti con gli stessi 11 della prima frazione

3′ Rampin in contropiede solitario cincischia troppo e si fa rimontare dai difensori piacentini

7′ Cross teso di Rondon dalla sinistra per la testa di Lelj, conclusione oltre la traversa di un metro

8′ Bordata improvvisa di Rubbo dai 30 metri con Di Graci costretto a distendersi sulla sua destra per deviare la conclusione velenosa

14′ Gioco fermo da un paio di minuti per infortunio all’estremo difensore piacentino

16′ Puntata di Rampin dal vertice dell’area piccola, il portiere coi piedi chiude sul primo palo e devia in corner

19′ Cambio nell’Este, esce l’acciaccato Turea ed entra Diallo

25′ Piacenza in 10 per l’espulsione di Compiani, reo di aver rifilato un calcione da tergo ad un giocatore dell’Este in contrasto

34′ Cambio nel Piacenza, esce l’acciaccato Bertazzoli ed entra l’ex biancoscudato Tiboni. Animi surriscaldati in campo.

35′ Ultimo cambio anche per i padroni di casa: Coraini per Tessari

41′ Espulso dalla panchina anche il dirigente accompagnatore del Piacenza

43′ Ci prova Tiboni da 25 metri, altissimo

46′ Coraini elude il fuorigioco ma da appena dentro l’area sceglie di calciare al volo anziché controllare e la sfera termina ampiamente a lato, sciupando una ghiotta occasione per beffare il Piacenza

47′ OCCASIONE ESTE Rampin va via sulla sinista e mette al centro, Lelj prolunga per Diallo che in girata aerea si vede fermare la conclusione sulla linea da Di Graci.

48′ Ultimo assalto del Piacenza ma l’incornata di Tarantino su corner da destra viene fermata da Lorello senza particolari problemi

49′ Termina la gara sullo 0-0. Applausi per entrambe le formazioni, che forse si reincontreranno nel secondo turno dei playoff.

SPOGLIATOI.

Soddisfatto nel dopo gara il tecnico atestino, Zattarin: “Sono contento perché abbiamo disputato una buona gara sotto tutti i punti di vista – commenta il mister padovano – Con grande spirito e atteggiamento, senza dimenticare l’avversario di prestigio che avevamo di fronte. Dispiace per l’ammonizione di Tulhao, diffidato, ma nel contempo devo elogiare Rampin, che in stagione ha avuto poco spazio ma si è fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa. Da domenica inizieremo il cammino nei playoff, con l’obiettivo di andare più avanti possibile per dare una vetrina di grande visibilità ai ragazzi”.

ALTRE PADOVANE. Le speranze erano flebili e alla fine si sono dissolte come neve al sole. Parliamo ovviamente delle altre due padovane impelagate nella lotta per non retrocedere. Quella messa peggio era la Thermal Abano, che finisce al penultimo posto, sommersa 4-1 dalla Correggese (poker di Grandolfo e rete della bandiera di Ragusa in extremis) e saluta direttamente la categoria.

Ha invece fatto al meglio quanto in suo potere l’Atletico San Paolo, vittorioso 1-0 nel derby di Abano grazie alla rete di Sambugaro. I tre punti e il relativo terzultimo posto non bastano però ai ragazzi di Antonelli per giocarsi le ultime chance di salvezza nella post season, in quanto la Ribelle – sestultima – ha vinto in rimonta 2-1 in casa del già tranquillo Scandicci, mantenendo a +8 il margine di vantaggio in classifica sui sanpaolini, che così seguono in cugini della Thermal nella discesa diretta in Eccellenza.

Per quanto riguarda l’Abano, invece, i neroverdi erano già sicuri del sesto posto che li qualifica ai playoff, dove nel primo turno troveranno i cugini dell’Este, nell’ennesimo derby stagionale che andrà in scena domenica prossima alle 16 al Nuovo Comunale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy