Girone D: è un turno infrasettimanale pieno di insidie

Girone D: è un turno infrasettimanale pieno di insidie

Commenta per primo!

Turno infrasettimanale che odora di snodo importante per la classifica, quello che oggi pomeriggio vedrà nuovamente in campo le squadre del girone D di serie D. Delicati gli impegni cui saranno chiamate le rappresentative della nostra provincia, tutte opposte a compagini emiliane. Vediamo il dettaglio dei match.

THERMAL ABANO-PIACENZA. Al Comunale di Monteortone arriva una delle favorite per la vittoria finale, quel Piacenza che pur battuto in casa domenica scorsa nel big match dal Rimini e scalzato quindi dalla vetta solitaria, resta quarto a due lunghezze dalla capolista Este e a +10 sui padroni di casa.

Il Thermal viene invece da tre pareggi consecutivi ma tra le mura amiche ha vinto due sole volte, tante quante gli emiliani in trasferta. Le statistiche parlano però anche dei biancorossi come miglior difesa del torneo e dei rossoverdi come peggior attacco, sintomi che porterebbero a pronosticare una gara avara di reti. Tra le fila piacentine milita però – tra gli altri nomi importanti che ne compongono la rosa – anche Marrazzo, vice capocannoniere del girone con 8 centri e già questo dovrebbe bastare come avvertimento per la retroguardia aponense.

Al di là dei numeri, l’undici di Bisioli dovrà comunque fare di necessità virtù con le forze a disposizione per tentare di dar filo da torcere allo squadrone emiliano e strappare punti importanti per la lotta salvezza. Arbitrerà Kamal Jouness di Torino, celebre suo malgrado per le 10 giornate di squalifica inferte a Bonazzoli, reo di averlo insultato.

ESTE-FIDENZA. Riconquistata la vetta solitaria grazie al blitz nell’anticipo di Abano, i giallorossi sono chiamati a confermarsi anche in casa. I due bei successi esterni ottenuti a Fiorenzuola e nel derby non devono infatti far dimenticare che tra le mura amiche Lelj e soci non gioiscono da un mese, pur avendo impattato con un avversario quotato quale il Delta.

I bianconeri parmensi paiono l’avversario adatto a riannodare il filo delle vittorie casalinghe: gli uomini di mister Montanini vengono infatti da due sconfitte consecutive nelle quali hanno incassato tre gol ciascuna e finora hanno vinto una sola volta, con l’ultima gioia esterna che risale al dicembre del 2013.

Proprio la precaria posizione di classifica dei fidentini, penultimi con 10 punti assieme a Romagna Centro e Formigine e che al “Nuovo Comunale” dovranno fare a meno dello squalificato Reggiani, dovrebbe far drizzare le orecchie al gruppo di mister Zattarin, che ha nel suo dna pericolosi cali di concentrazione proprio contro le squadre di bassa classifica, già costati fin qui almeno un paio di sconfitte impreviste. Arbitro dell’incontro sarà Del Toso di Maniago.

FORMIGINE-SAN PAOLO PADOVA. Si salvi chi può! Più che di sfida salvezza, quella tra modenesi e padovani suona come viatico per la sopravvivenza, vista la precaria posizione in graduatoria di entrambe, distanziate di un solo punto. Da notare però che i padroni di casa vengono dall’ottimo pari ottenuto a Borgo San Lorenzo: un 1-1 che avrebbe potuto trasformarsi in vittoria se gli azzurro verdi non avessero fallito un rigore nel recupero.

Inoltre, al “Puntelli” il Formigine si comporta nettamente meglio che in fuori casa, dove non ha mai vinto e tra le mura amiche ha fatto finora vittime eccellenti, quale la capolista Este. Il San Paolo è invece reduce dal pesante ko interno con la Correggese e lontano dall’Euganeo (o dal Plebiscito, a seconda) ha ottenuto solo un successo con la Ribelle e un punto nel derby col Thermal.

a peggior difesa del torneo, ovvero quella dei san paolini, cui mancheranno gli squalificati Bianchi e Mascolo, dovrà tenere d’occhio in particolare Artiaco, autore finora di cinque marcature. Arbitrerà Dante di Roma.

FIORENZUOLA-ABANO. Si giocherà in posticipo, alle 20.30, ed entrambe le contendenti si augurano che i riflettori non si accendano solo sul campo ma anche sulle rispettive posizioni di graduatoria. Se gli ospiti sono infatti a digiuno di vittorie da 4 turni (due sconfitte e altrettanti pari), i padroni di casa nelle ultime tre apparizioni hanno raccolto solo due punti. La squadra di mister Mantelli, coi suoi 17 punti, sopravanza i neroverdi di tre lunghezze ma la classifica corta fa sì che questo basti per considerare gli aponensi ai margini della zona pericolosa, dove comunque stazionano numerose altre formazioni. Il tecnico padovano De Mozzi si augura di poter recuperare qualcuno degli indisponibili che hanno reso difficile schierare un undici competitivo nel derby perso sabato contro l’Este e ha già dato indicazioni ai suoi difensori di raddoppiare le attenzioni su Franchi e Piccolo, i due elementi più pericolosi tra i piacentini. Arbitrerà Ricci di Firenze.

Questo il quadro completo della dodicesima giornata: Correggese-Virtus Castelfranco, Delta Porto Tolle-Ribelle, Imolese-Mezzolara, Jolly Montemurlo-Romagna Centro, Rimini-Fortis Juventus, Scandicci-Bellaria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy