L’Este non si addormenta, il San Paolo si riprende i playoff

L’Este non si addormenta, il San Paolo si riprende i playoff

La capolista domina 4-0 il fanalino Sestese, vittoria capolavoro dei gialloblù (2-1 in casa della Vecomp).

ESTE-SESTESE 4-0

ESTE: Fantin, Barison, Boron, Lelj (45’ st Mario), Meneghello, Colman Castro, Asti Brun, Rubbo, Sottovia (29’ st Turetta), Rondon (38’ st Carani), Moresco. A disp: Bagherini, Aliberti, South, Gusella. Allenatore: Zattarin.

SESTESE: Fulignati, Riondi (32’ st Salusti), Ravanelli, Menichetti, Paoletti, Corduri (34’ st Vezzi), Petri, Guarisa, Marzierli (24’ st Bastogi), Fioravanti, Aperuta. A disp: Begotti, Bartolini, Persia, Calamai. Allenatore: Malotti.

ARBITRO: Provesi di Treviglio (Giampieri-Bisquadro).

MARCATORI: 8’ st e 38’ st  Rubbo (E), 24’ st Lelj (E), 31’ st Moresco (E).

NOTE: ammoniti Asti Brun, Lelj (E), Corduri, Menichetti (S). Spettatori 300 circa.

“Aprile dolce dormire” non è un proverbio che piace all’Este: i giallorossi non si fanno sorprendere dal fanalino di coda Sestese, travolto con un inequivocabile 4-0 nonostante un primo tempo stentato.

Le uniche note di cronaca della prima frazione risultano infatti la traversa colta in pieno da Moresco al 25’, sugli sviluppi di una discesa sulla sinistra di Boron e un tiro dal limite di Fioravanti, forte ma centrale, parato senza patemi da Fantin 10’ dopo.

Molto più vivace la ripresa, complici probabilmente le notizie che giungevano da Santa Croce sull’Arno, dove l’altra capolista Forlì era già passata in vantaggio. Si inizia dopo nemmeno un giro di lancette, con l’incursione da sinistra di Sottovia, deviata in angolo di piede dal portiere.

È l’antipasto dell’1-0, che arriva all’8’: Boron entra in area e viene steso da Menichetti; l’arbitro decreta il rigore che Lelj calcia però sulla traversa. Sulla ribattuta è comunque pronto ad avventarsi Rubbo, che di sinistro infila Fulignati. La reazione ospite è affidata ad un destro dal limite di Ravanelli, che all’11’ spara alto ma è un fuoco di paglia, perché ormai l’Este si è destato e lo dimostra al 21’ Boron, con una staffilata da 35 metri, respinta in tuffo dal numero uno toscano.

Per il raddoppio basta però attendere pochi minuti. Al 24’, lo splendido triangolo tutto di prima Rondon-Moresco-Lelj, porta quest’ultimo a trafiggere imparabilmente il portiere in girata, consentendogli così di rimediare all’errore dagli 11 metri. La gara, a questo punto, ha un unico padrone e così al 31’ Moresco recupera palla a metà campo, serve in profondità Rondon che gli restituisce la sfera allo stesso modo e all’ariete vicentino non resta che scaricare nella porta ormai sguarnita il tredicesimo gol stagionale.

L’ultima rete arriva al 38’, quando un rimpallo difensivo favorisce Rubbo, il quale entra in area dal lato corto di sinistra e beffa l’estremo difensore toscano con un pallonetto che si infila sotto l’incrocio dei pali opposto.

Lo scherzetto più gustoso di giornata è invece quello riuscito al San Paolo, garibaldino in casa della Virtus Vecomp col punteggio di 2-1. Nonostante le numerose e importanti assenze, l’undici gialloblù riesce infatti nell’impresa di espugnare il “Gavagin”, sopravanzando in classifica proprio i veronesi e riprendendosi l’ultima posizione utile per accedere ai playoff.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy