La capolista passa a Este, San Paolo irretito a San Donà 

La capolista passa a Este, San Paolo irretito a San Donà 

Domenica negativa per le padovane: il Treviso viola il Nuovo Comunale nel finale, mentre i gialloblù perdono 2-0 allo Zanutto

Commenta per primo!

ESTE –TREVISO 1-2

ESTE: Rosellini, Moroni, Barison, Carraro (37’ st Agostini),South, Colman, Gusella, Rubbo, Carani (21’ st Trovò), Rondon, Moresco. A disp: Rossetto, Salvato, Meneghello, Michelotto, Iachemet. All. Zattarin.

TREVISO: Sartorello, Granati (1’ st Paoli), Cernuto, Ferronato, Biagini (29’ st Delorentis), Visintin, Bandiera (46’ st Salgher), Brunetti, Ferretti, Spinosa, Perna. A disp: De Miglio, De Bortoli, Zennaro, Bidogia. All. Zanin.

ARBITRO: Abisso di Palermo (Pizzi – Gianturco).

RETI: 7’ pt Ferretti (T), 24’ pt Moresco (E), 41’ st Delorentis (T)

NOTE: Espulso al 43’ st l’allenatore dell’Este Zattarin per proteste. Ammoniti Moresco, South, Colman (E), Cernuto, Bandiera (T).

 

Con l’identico punteggio dell’andata il Treviso espugna Este, ponendo fine alla serie positiva dei giallorossi che durava da 5 turni e mantenendo la testa della classifica, a dispetto del roboante 6-0 con cui il Venezia ha surclassato il fanalino Torviscosa. Parte bene l’Este che al 4’ si fa vivo con una combinazione Rubbo-Carani, con tiro di quest’ultimo da fuori area che finisce a lato di poco. Alla prima occasione sono però gli ospiti a passare in vantaggio: è il 7’ quando Ferretti si esibisce in una travolgente discesa, lasciando partire un destro a incrociare da 25 metri che non lascia scampo a Rosellini.

Scossi dall’immediato svantaggio, i giallorossi ci mettono un po’ a riorganizzare le idee ma al 24’ pervengono al pareggio: sugli sviluppi di un corner, Carani mette a centro area per Moresco che in mischia anticipa Sartorello e insacca l’1-1. Al 38’ un’azione fotocopia, con Gusella che mette al centro da sinistra e Moresco che non ci arriva per un soffio regala l’illusione del raddoppio, che però sfuma.

La ripresa vede un’Este volitivo proiettarsi in avanti già al 2’, con Carani che sfonda centralmente ma Sartorello riesce ad anticiparlo in uscita. Ancora padovani in avanti al 12’: cross di Moroni, stacco imperioso di Moresco a centro area ma il portiere para facilmente.

Nella seconda metà della frazione, i padroni di casa calano fisicamente e gli ospiti ne approfittano con astuzia: al 17’ ci prova Spinosa con conclusione da fuori area alta sulla traversa; poi al 23’ Paoli serve Bandiera che sempre di prima fa filtrare per Perna, anticipato eroicamente in uscita da Rosellini. Il gol è però nell’aria e arriva al 41’: Ferretti si libera probabilmente con un fallo del diretto marcatore, di piatto mette a centro area dove il neoentrato Delorentis scaglia un destro di rara potenza che a 5 metri dalla linea di porta non può far altro che insaccarsi, sancendo una sconfitta che nel complesso pare punire troppo l’Este.

 

Se i giallorossi della Bassa non gioiscono, ancora meno felice è il San Paolo, che torna sconfitto per 2-0 dallo scontro diretto in chiave playoff in casa del Sandonàjesolo. Partita a senso unico a favore dei veneziani, evidentemente più motivati nella rincorsa all’obiettivo primi posti e con un undici composto da atleti più esperti e maggiormente abituati alla pressione delle gare che contano, come pronosticato da mister Fonti alla vigilia.

Le reti dei lagunari giungono nella ripresa, dopo un lungo forcing attuato dagli uomini di Tedino. A sbloccare la gara al 66’ è il neoacquisto Malacarne, che di piatto centra l’angolino su cross di Lavagnoli da sinistra. Il raddoppio arriva invece al 37’, in contropiede, con Nicoletto che serve Amodeo, il quale non ha difficoltà ad insaccare il sedicesimo gol stagionale.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy