San Paolo ed Este cercano il colpo esterno

San Paolo ed Este cercano il colpo esterno

Trasferte impegnative a Chioggia e Rovigo per le padovane nel quattordicesimo turno d’andata (domani, ore 14.30).

Commenta per primo!

Sperando in condizioni climatiche migliori rispetto allo scorso turno (ma le previsioni sembrano dire il contrario, nda), domani in serie D si giocherà la quattordicesima giornata di andata ed entrambe le formazioni padovane sono attese da trasferte insidiose.

Si respirerà aria d’alta classifica a Chioggia, dove i granata allenati dall’ex cittadellese Marco Scarpa attendono il San Paolo (arbitro Carrisi di Brindisi). In serie positiva da 8 turni e reduce da tre successi esterni consecutivi, la truppa di mister Fonti punta a consolidare la propria posizione in zona playoff, alle spalle delle battistrada Treviso e Venezia, le quali non stanno tradendo le aspettative di chi le pronosticava come sicure duellanti per l’unico posto che vale il salto diretto in Lega Pro.

Al “Ballarin”, i padovani si troveranno di fronte una squadra in ripresa, che pur limitando i cospicui investimenti degli anni precedenti e affidandosi a numerosi giovani provenienti dal vivaio, non ha rinunciato alla consueta folta colonia di sudamericani, dalla quale in settimana è però fuoriuscito l’attaccante Ragusa, 4 reti finora, ceduto all’Asti.

Dal canto loro, i gialloblù vogliono riscattare il pari in rimonta subìto domenica dal Tamai e per farlo potranno impiegare la migliore formazione, che potrebbe comprendere anche Simone Rigoni, centrocampista classe ’88, prelevato in settimana dal Venezia.

Sarà invece impegnato in un quasi derby l’Este, che a Rovigo (arbitro Pellegrini di Roma) si giocherà le residue speranze di rientro nella parte superiore della graduatoria. Dopo la sospensione per maltempo del match col Montecchio (verrà recuperato mercoledì 15), al “Gabrielli” i giallorossi proveranno a violare la porta di Casini, imbattuto da 567’, ma l’impresa sarà tutt’altro che facile, dato che la settimana scorsa i rodigini hanno dimostrato tutto il loro valore andando ad espugnare il “Penzo” di Venezia ed installandosi al terzo posto in classifica.

Tra l’altro, gli atestini arriveranno in polesine con grossi problemi di formazione soprattutto a centrocampo, reparto lasciato sguarnito dall’addio di Bedin e dall’infortunio alla spalla di Asti Brun, imprevisti che costringeranno la dirigenza di via Monte Cero ad operare in fretta nel mercato invernale.

Oltre all’arrivo del portiere Rosellini – già protagonista alla prima apparizione con un rigore parato – il ds Simone Tognon ha infatti parlato di trattative quasi definite per due nuove pedine che andranno ad infoltire la rosa a disposizione di mister Zattarin, mentre sul fronte partenze, oltre al citato Bedin, è destinato al prestito anche il portiere Bertazzo.

Tornando al match di domenica, sarà sicuramente una gara particolare sia per le tifoserie, data la breve distanza che separa le due città, sia per capitan Agostini, rodigino di nascita e che con la casacca biancoceleste si è messo in luce, prima di diventare un’indiscussa bandiera dell’Este.

Questo il dettaglio delle altre gare in programma domenica, tra cui vanno segnalate il derby trevigiano e lo scontro di vertice Tamai-Venezia: Belluno-Kras Repen (rinviata al 15/12 per impraticabilità del campo); Montebelluna-Pordenone; Città di Concordia-Opitergina; Montecchio-Maggiore-Torviscosa; Sanvitese-SandonàJesolo; Tamai-Venezia; Union Quinto-Treviso.

 

Nel girone B, invece, partitissima di cartello tra il Mantova capolista e il neopromosso Legnago, secondo a 2 punti di distanza ma con una gara in più rispetto ai virgiliani.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy