Serie D, Campodarsego a Belluno per il titolo, Lupi rivoluzionati a Trieste

Serie D, Campodarsego a Belluno per il titolo, Lupi rivoluzionati a Trieste

Commenta per primo!

Penultima giornata d’andata ancora condizionata dai movimenti di mercato e che desta particolare interesse soprattutto in vetta, quella che andrà in scena domani, nel girone C di serie D.

La domenica potrebbe, infatti, regalare con sette giorni di anticipo il titolo di campione d’inverno al Campodarsego. Corona platonica, quella data dal primato a metà stagione, ma che diventerebbe una medaglia in più da appuntare al petto, per una formazione neo promossa che ha già centrato l’obiettivo stagionale della salvezza, con metà torneo ancora da disputare. I biancorossi dovranno però difendere la loro imbattibilità (condivisa, a livello nazionale, solo col Parma) sul difficilissimo campo di Belluno.

I padroni di casa, terzi a pari merito con la Vecomp, sono una delle formazioni più in forma del momento, come dimostrano i sei successi e un pari collezionati nelle ultime sette gare, e possono contare su un organico di categoria, nel quale spicca il bomber Corbanese.

Il Campodarsego, però, in trasferta può contare su un ruolino di marcia formidabile e l’innesto di Kabine ha impreziosito ulteriormente l’attacco di mister Andreucci, che contro il suo allievo Vecchiato conta di mantenere la leadership, con un orecchio sempre rivolto alla radio, per sapere il risultato del Venezia a Castelfranco.

Non ci si gioca il primato ma un posto nei playoff quello sì, in EsteLiventina. I giallorossi della Bassa, dopo aver messo in mostra un bel gioco nel derby a San Martino, avranno domani qualche problema di formazione a centrocampo, vista la squalifica di Arvia e la partenza di Marcolini, tornato al Venezia.

Dopo aver infoltito l’attacco con Franciosi, mister Pagan la prossima settimana dovrà pensare a puntellare la mediana: le ipotesi di ritorno dei vari Lelj, Rubbo o Rondon, per quanto affascinanti paiono difficilmente praticabili. Sembra essersi raffreddata anche la pista che portava a Segato e così dal cilindro giallorosso uscirà, probabilmente, un nome a sorpresa. Nel frattempo, Lorello e compagni dovranno cercare di battere una Liventina che pur non attraversando un gran periodo, occupa una tranquilla posizione di medio-alta classifica e che ai piedi dei colli cercherà di bissare il colpo esterno messo a segno ad Abano qualche settimana fa.

Scorrendo la graduatoria verso il basso, molto interesse suscita il viaggio della Luparense San Paolo verso Trieste. Innanzitutto, c’è da verificare l’impatto dei numerosi nuovi arrivi (Sottovia, Baggio, Roveretto, Cavallini) sulla rosa rossoblù, che sconterà il passaggio di Nichele al Grosseto ma attende ulteriori innesti nei prossimi giorni.

Di fronte, i Lupi si troveranno un’alabarda in perenne crisi societaria, capace di vincere una sola volta finora al “Rocco” ma comunque – seppur di pochissimo – fuori dalla zona playout, dalla quale invece stenta a risollevarsi il sodalizio dell’Alta. La speranza è che quella in terra giuliana possa diventare la gara della svolta per il team di mister Cunico.

A chiudere il quadro, c’è la sfida tra i neroverdi del Ripa La Fenadora e quelli dell’Abano. La novità principale portata dal mercato invernale è, per i termali, la nuova guida tecnica, con Karel Zeman che è stato scelto per sostituire De Mozzi, dopo la breve traghettata del ds Maniero. Difficile, per il nuovo mister, lasciare subito un’impronta sul gioco della squadra ma almeno a livello psicologico, il cambio potrebbe servire a motivare un undici che qualitativamente non vale più della quartultima piazza attualmente occupata.

Le difficoltà maggiori della trasferta bellunese saranno le condizioni climatiche, il terreno di gioco sintetico e la voglia di rilancio degli avversari, sconfitti quattro volte nelle ultime cinque partite e desiderosi di allontanarsi stabilmente dai bassifondi della classifica.

Questo il programma completo del diciottesimo turno:

Mestre-Calvi Noale

Fontanafredda-Tamai

Dro-Virtus Vecomp

Este-Liventina arbitro Cascella di Bari

Giorgione-Venezia

Belluno-Campodarsego arbitro Borriello di Torre del Greco

Levico-Montebelluna

Sacilese-Monfalcone

Ripa La Fenadora-Abano arbitro Simone di Bologna

Triestina-Luparense San Paolo arbitro Citarella di Matera

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy