Thermal e San Paolo bene negli anticipi, domani scontro playoff ad Abano

Thermal e San Paolo bene negli anticipi, domani scontro playoff ad Abano

Commenta per primo!

È iniziata positivamente la seconda giornata di ritorno del girone D, che ha visto oggi disputarsi tre anticipi, due dei quali vedevano coinvolte squadre padovane.

La notizia più positiva arriva da Budrio, con l’Atletico San Paolo che è riuscito a sbancare il campo del Mezzolara col minimo scarto ed in extremis. In superiorità numerica per quasi tutta la gara, data l’espulsione dopo appena 10’ di Ponce, i patavini vengono prima salvati due volte dal palo ma al 93’ esultano grazie all’errore del portiere bolognese Conti, che finisce direttamente in rete nel tentativo di controllare uno spiovente dalla fascia.

Con questo risultato, i gialloblù del neotecnico Antonelli lasciano l’ultimo posto in classifica al Fidenza, sconfitto in casa dal Romagna Centro nell’altro anticipo. 

Torna a casa con un buon punto dall’insidiosa trasferta di Scandicci anche la Thermal Abano, che impatta sullo 0-0 una gara condotta prevalentemente dai padroni di casa. Partita senza grosse emozioni ma caratterizzata da tre legni, colpiti da Gianotti al 44’ e Ammannati al 62’ per i locali, cui fa da contraltare la traversa di Sabbion per i termali al 56’.

Grazie a questo punto, i rossoverdi di Vittadello agganciano il Mezzolara a quota 22, portandosi al margine superiore della zona playout.

Analizziamo ora le gare che si giocheranno domani, molto importanti soprattutto per i quartieri alti della graduatoria.

ABANO-PIACENZA. Il match più interessante di giornata mette in palio il quinto posto, l’ultimo buono per la zona playoff (anche se dalla Coppa Italia potrebbero arrivare buone notizie per la sesta: dipenderà da Scandicci e Correggese, arrivate finora in semifinale). Gli ospiti sono al momento avanti di due punti ma il vento in poppa ce l’hanno gli aponensi, che grazie agli innesti del mercato invernale hanno puntellato la rosa nei punti giusti e inanellato tre successi consecutivi.

Domenica scorsa, al termine della partita vinta a Cesena, mister De Mozzi (domani assente per squalifica) per la prima volta dall’inizio del torneo si è sbilanciato, parlando di obiettivo playoff per i neroverdi. La meta, per quanto mostrato finora da Antonioli e compagni, è raggiungibile ma una tappa importante verso la post season è rappresentata proprio dall’incontro di domani.

La formazione piacentina, priva dello squalificato Montanari, sembra aver abdicato per il secondo anno consecutivo alle velleità di ritorno tra i professionisti, pur potendo disporre di una rosa molto valida. Difficile credere in ogni caso, considerate le pressioni esercitate da un ambiente che mal sopporta la permanenza nei dilettanti, che i biancorossi scenderanno in campo a Monteortone senza stimoli.

Ci si attende, dunque, un match intenso, nel quale vorrà sicuramente interpretare al meglio la parte dell’ex di turno il bomber Zanardo, che proprio in Emilia ha vissuto un girone d’andata al di sotto delle aspettative e finito con la rescissione del contratto. Ad arbitrare l’incontro sarà l’esperto Ceccon di Lovere.

ESTE-RIBELLE. All’inseguimento della Correggese e della capolista Rimini (avversario mercoledì prossimo nel turno infrasettimanale) ma senza sottovalutare l’avversario di turno. Questo il mantra dal quale dovrà farsi guidare l’Este, per evitare brutte sorprese già assaggiate in precedenza contro le cosiddette “piccole”.

I giallorossi vengono infatti da due poker esterni ai danni di Piacenza e Montemurlo che ne hanno consolidato il terzo posto a sei punti dalla vetta ma non possono dimenticare i ko contro i vari Formigine, San Paolo e Romagna Centro, senza i quali la classifica sarebbe ancora più interessante.

La Ribelle – giovane squadra ravennate alla prima esperienza in categoria – arriverà al Nuovo Comunale con la ferma intenzione di non vestire i panni della vittima designata ma anzi di dare più fastidio possibile ad una delle big del girone, per strappare punti importantissimi in chiave salvezza. I ravennati di mister Campedelli, infatti, grazie al successo di misura nello scontro diretto col Fidenza hanno messo fine ad un digiuno di vittorie che durava addirittura da ottobre e vorrebbero allontanarsi ulteriormente dall’ultimo posto, per tentare la scalata verso la salvezza.

Non tragga quindi in inganno lo 0-4 col quale gli atestini si imposero all’andata: domani ci sarà un’altra storia da scrivere. Il match sarà diretto da Catastini di Pisa.

Queste le altre partite della ventunesima giornata: Fidenza-Romagna Centro (0-1 giocata oggi), Bellaria-Fortis Juventus, Correggese-Formigine, Virtus Castelfranco-Delta Porto Tolle, Imolese-Rimini, Fiorenzuola-Jolly Montemurlo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy