Venezia-Campodarsego, Soligo: “Serviranno coraggio e intelligenza”. E Tacopina va a trovare la squadra

Venezia-Campodarsego, Soligo: “Serviranno coraggio e intelligenza”. E Tacopina va a trovare la squadra

Il capitano (che divide la fascia con Serafini) intervistato da La Nuova Venezia

Commenta per primo!

«Bello ritrovarsi in testa alla classifica, domenica è stata una piacevole sorpresa apprendere a fine partita della sconfitta del Campodarsego. Immaginavo che la Luparense potesse essere un avversario scomodo per la capolista, come lo era stata con noi. Mi sarei accontentato anche di un pareggio. È andata ancora meglio, fossimo arrivati con 3 punti di ritardo a questa partita, saremmo stati condannati a vincere». Evans Soligo allarga il sorriso, è uno dei due capitani del Venezia insieme a Matteo Serafini, ma per un ragazzo cresciuto nel settore giovanile arancioneroverde e ritornato a casa dopo aver girovagato per mezza Italia, è una soddisfazione in più. «Questo campionato conferma che niente è scontato», ha aggiunto Soligo, «ogni vittoria devi sudartela fino all’ultimo secondo, poi può capitare che il Venezia pareggi in casa con l’Abano e che il Campodarsego addirittura perda con la Luparense. E sarà così fino all’ultima giornata perché ogni squadra ha un obiettivo preciso. Noi sapevamo, anche alla luce del pareggio con l’Abano, che avevamo un solo risultato a disposizione a Noale. E l’abbiamo raggiunto». E adesso la sfida al Campodarsego, partita che negli ultimi due mesi ha assunto connotati diversi, a seconda di chi c’era e con quale vantaggio in testa alla classifica. «Sarebbe una partita decisiva, solo se fossimo già arrivati all’ultima giornata», osserva il centrocampista, «dopo quella di domenica, resteranno altre 9 gare con 27 punti in palio. Ovvio che noi cercheremo di sfruttare il fattore campo e il sostegno che ci arriverà dalle tribune da parte dei nostri tifosi, però dovremo essere anche intelligenti a non lasciare spazio a una squadra che finora ha avuto un rendimento migliore in trasferta che non in casa. Faremo di tutto per vincere, per mettere 3 punti tra noi e il Campodarsego, senza però buttarci allo sbaraglio e rischiare di perdere. Servirà una partita di coraggio, ma anche di intelligenza». Le news. Ferrante è rientrato in gruppo, ieri doppio allenamento con Serafini fermo al pomeriggio per precauzione a causa di un fastidio al gluteo. Oggi allenamento pomeridiano a porte chiuse. Sono stati venduti finora circa 150 biglietti. Ieri i giocatori hanno realizzato un breve video postato pagina Facebook invitando i tifosi al Penzo domenica pomeriggio. “Domenica abbiamo bisogno di voi. Tutti allo stadio!”, ha urlato Matteo Serafini circondato dai compagni di squadra, che poi si sono lasciati andare, saltellando, a un goliardico “Tutti allo stadio, domenica tutti allo stadio”. Intanto da un paio di giorni il presidente Joe Tacopina è rientrato in Italia, nella foto il saluto alla squadra in spogliatoio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy