Venezia primo, i complimenti di Tacopina da New York: “Vincere in otto significa cuore e carattere”

Venezia primo, i complimenti di Tacopina da New York: “Vincere in otto significa cuore e carattere”

Commenta per primo!

Il presidente Joe Tacopina esulta per la preziosissima vittoria di Ancona, che fa seguito ai tre punti conquistati nello scontro diretto con il Parma. Sei punti in quattro giorni che sono come oro colato e che valgono il primato in classifica. La società, e lo stesso Tacopina, non si sono mai nascoste dietro a un dito, dichiarando a chiare lettere gli obiettivi stagionali, e dopo una manciata di partite i risultati si vedono anche se la squadra a tratti si è spesso complicata la vita. Ne sono una testimonianza le quattro espulsioni del Conero, o la rimonta in extremis del Tardini. Da oltre oceano il numero uno arancioneroverde ha seguito la sfida con l’Ancona in streaming, e passo dopo passo ha sofferto al fianco dei suoi ragazzi e di Filippo Inzaghi. Tra un miracolo di Facchin e le espulsioni di Garofalo e Inzaghi, probabilmente qualche occhiataccia al cielo sarà anche partita dal suo volto, e chissà cosa avrà pensato quando il cartellino rosso è stato sventolato in muso a Baldanzeddu e Moreo. Però un urlo di gioia non sarà mancato alla rete decisiva di Marsura, giocatore che sin dal ritiro estivo ha lasciato intendere che quando c’è da fare il colpaccio lui è sempre in prima fila. E così, passata qualche ora e fatto un brindisi al successo di Ancona, Tacopina ha voluto commentare così la giornata: «Sono profondamente orgoglioso di come i nostri ragazzi, Giorgio (Perinetti, ndr) e il suo staff, l’allenatore Filippo Inzaghi e lo stesso Maurizio D’Angelo hanno mantenuto il gruppo dopo l’espulsione di Pippo. La nostra squadra continua a dimostrare di avere carattere, coraggio e cuore anche quando siamo in inferiorità numerica o anche quando gli eventi sono contro di noi. Nei momenti difficili abbiamo dimostrato di saper restare uniti e di mantenere il controllo del gioco». Tutto quindi procede per il meglio, con un Venezia che al momento ha il vento in poppa pur non avendo ancora spiegato del tutto le vele, specie quelle dell’attacco. E così vien da pensare all’espressione possibile del presidente all’incredibile gol mancato da Ferrari nella ripresa. Ma la vittoria avrà poi cancellato dalla sua mente quel frangente. E Joe Tacopina, in attesa di tornare al più presto a Venezia, cerca lo stesso in ogni modo di stare vicino alla sua squadra, un gruppo che tratta e considera come una famiglia. Per ora si deve accontentare di vedere il Venezia davanti a uno schermo o di mantenere i contatti al telefono, però le parole con cui chiude dagli Stati Uniti sono in alta definizione: «Noi siamo il Venezia, supereremo tutto e continueremo il nostro viaggio con calma». (Da La Nuova Venezia)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy