“Vfc is back”: Tacopina festeggia la promozione da New York

“Vfc is back”: Tacopina festeggia la promozione da New York

Una foto postata su Facebook dalla sua casa di New York, con i figli che indossano la maglietta creata ad hoc per l’occasione, con la scritta «Vfc is back»: «Sto festeggiando la promozione assieme alla mia famiglia negli Stati Uniti», ha scritto Joe Tacopina nel messaggio inviato per il ritorno del Venezia in Lega Pro. Il presidente ha assistito alla partita contro l’Union Ripa in diretta streaming da casa. E ha festeggiato a distanza: «E’ un giorno importante, abbiamo raggiunto il primo obiettivo di un percorso che ci riporterà presto in serie A, là dove meritiamo davvero di stare», ha scritto nel messaggio, non mancando di sottolineare come la promozione sia solo il primo «step» di una scalata verso il calcio che conta. «Oggi come non mai sono orgoglioso di questo club, squadra, staff tecnico, dirigenti e collaboratori: se abbiamo centrato la promozione è merito di tutti. Voglio spendere qualche parola per i miei giocatori, non è mai facile giocare in piazze importanti e quest’anno a Venezia lo è stato ancora di più. Dovevano vincere, non hanno mai avuto un’alternativa, in alcuni momenti forse la pressione è stata alta, ma come una famiglia si sono stretti l’uno all’altro e hanno trovato la forza per superare gli ostacoli scrivendo una pagina importante del calcio italiano». In questi mesi il presidente ha seguito da vicino la squadra, pur lasciando piena autonomia al ds Giorgio Perinetti e solo in un’occasione è intervenuto per «riprendere» i giocatori: dopo il pari con la Luparense, a febbraio, aveva chiesto una reazione d’orgoglio. Parole che hanno colpito nel segno, tanto che da allora il Venezia non si è più fermato. Tacopina tornerà in città sabato 30 aprile, per festeggiare la promozione domenica 1 maggio al Penzo, contro il Giorgione. Ma rimarrà prenderà parte anche alla festa con i tifosi che si sta allestendo per domenica 8 maggio, di ritorno dalla partita a Trieste, in programma a Marghera. (Da Corriere della Sera, edizione Venezia)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy