Zeman jr: “Grazie Abano, ma vorrei provare ad arrivare in A. Ecco un giovane che può avere futuro”

Zeman jr: “Grazie Abano, ma vorrei provare ad arrivare in A. Ecco un giovane che può avere futuro”

Commenta per primo!

Intuizione giusta quella del ds dell’Abano Andrea Maniero: l’arrivo di Karel Zeman in neroverde si è rivelata scelta azzeccatissima. La formazione aponense ha risposto nel migliore dei modi ai dettami tattici di Zeman, scrollandosi addosso in fretta la paura di un eventuale coinvolgimento in zona play-out e arrivando ad “annusare” anche la parte alta della classifica. Ora però è già tempo del congedo: “L’Abano continuerà ad avere come obiettivo la salvezza tranquilla – ci spiega Zeman jr – mentre io aspiro ad arrivare, prima o poi, in serie A. Oltretutto lavorare lontano da casa ha senso se lo si fa con altri professionisti, ad Abano invece molti giocatori, come è normale che sia, hanno un lavoro o studiano”. Cosa resta di questa esperienza? “C’è un giovane difensore, Federico Cuccato, classe ’98, che con me ha fatto il titolare fisso. Può aver futuro”. Zeman, che abita a Roma, avrebbe già avuto qualche contatto con altri club, per adesso solo chiacchiere. Il vento, comunque, pare esere cambiato: “Diciamo che prima si parlava male di me, oggi invece ci sono persone che parlano bene. In che categoria vorrei allenare? Se per arrivare in A serve fare ancora gavetta, ben venga. Più che la categoria contano le aspirazioni della società. Nel mio corso di Coverciano c’è chi già allena in A, come Simone Inzaghi. Ecco, non mi sento inferiore, quindi penso di poterci arrivare”. E il padre Zdenek che dice: “Da quando le cose vanno bene, ha smesso di farmi i complimenti. Ma non dite che lo copio nel modo di giocare, un allenatore deve essere soprattutto un inventore”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy