Esordio da favola per la Fidia Padova, battuta la corazzata Piacenza

Esordio da favola per la Fidia Padova, battuta la corazzata Piacenza

Commenta per primo!

Fidia Padova – Copra Elior Piacenza 3-0

(26-24; 25-21; 27-25)

Fidia Padova: Gonzalez 5, Rosso 12, De Marchi 15, Simeonov 18, Semenzato 1, Suljagic 7, Garghella (L); Cirrca 1, Giannotti, Schwarz. Non entrati: Tiberti, Zingaro (L). Allenatore: Paolo Montagnani.

Copra Elior Piacenza: Papi 9, Zhekov 4, Nikolov 17, Zlatanov 5, Holt 5, Tencati 5, Marra (L); Kral 1, Massari, Penchev. Non entrati: Ammerman, Sibidè, Marretta (L). Allenatore: Angelo Lorenzetti.

Arbitri: Balboni-Cerquoni.

MVP: Javier Gonzalez (Fidia Padova).

Spettatori: 2.515.

Incasso: 8.091 Euro.

Prima del fischio d’inizio Andrea Garghella (libero di Fidia Padova) riceve un riconoscimento per le 300 presenze con la maglia bianconera. Si tratta della sfida degli ex, con Simeonov, Gonzalez, Semenzato e Zingaro che in passato hanno militato a Piacenza. In casa biancorossa invece c’è Jiri Kral, a Padova nel 2008/09.

Nelle prime battute le due squadre si studiano e si va al primo time ot tecnico sul 7-8 con Nikolov e Siemonov in evidenza. Sul muro del 12-10 a firma di Gonzalez, coach Lorenzetti chiama time out. A chiudere il secondo time out tecnico ci pensa De Marchi con un mani fuori su Nikolov: 16-15. Proprio nel finale di set gli ospiti ribaltano la situazione di vantaggio, andando a punto con l’ace di Zhekov: 21-23. Il finale è palpitante e a chiudere ci pensa Padova ai vantaggi sul 26-24.

L’avvio di secondo set vede la Fidia Padova all’arrembaggio, tanto che coach Lorenzetti si rifugia in time out sul 4-1 dopo due pregevoli colpi di Rosso. Al ritorno in campo gli sopiti sono più cinici e sfruttano qualche errore in ricezione di Padova per chiudere il primo time out per 6-8. Sul 10-13 coach Montagnani chiama i suoi in panca e la mossa sortisce i suoi effetti: Rosso e Simeonov raddrizzano il risultato recuperando sul 19-19. E’ la chiave del set, perché a Padova riesce tutto e porta a casa un importantissimo secondo set per 25-21.

Anche il terzo set è equilibrato, ma ad accelerare ci pensa De Marchi che su ace trova il punto del 10-7. Il set è combattuto ma Padova crede nell’impresa: trascinata da De Marchi e Gonzalez, chiude set e match sul 27-25 proprio con un muro dell’ex palleggiatore di Piacenza.

Paolo Montagnani (allenatore Fidia Padova): “Esordire così è un sogno. Abbiamo giocato con grinta e ottenuto tre punti importantissimi per noi. Credo che non appena Piacenza ritroverà gli equilibri sarà un osso duro da battere. Oggi avrei fatto fatica a dover assegnare il titolo di migliore in campo. Simeonov è stato un faro per l’attacco, De Marchi e Rosso si sono sacrificati tantissimo e Gonzalez ha dimostrato che vuole far bene. Ora pensiamo a Trento perché sarà una partita durissima”

Angelo Lorenzetti (coach Copra Elior Piacenza): “Quando era uscito il calendario immaginavo che la sfida con Padova sarebbe stata difficile. Purtroppo siamo stati in vantaggio per due set ma non siamo riusciti a chiudere nei momenti decisivi. C’è ancora molto da migliorare e molto lavoro da fare”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy