Tonazzo, contro Matera si tenterà  la fuga

Tonazzo, contro Matera si tenterà  la fuga

 Meglio di un film d’azione: il Natale della Tonazzo, la formazione padovana di volley maschile (serie A/2) è avvincente come una produzione di Steven Spielberg. Prima di Natale, la sfida con il Monza: i lombardi, secondi in classifica, puntavano al primato che apparteneva alla squadra veneta. La partita si è conclusa con la vittoria della Tonazzo al tie-break. Ora è la volta del Matera, secondo in classifica, aspirante capolista. E sarà ancora una volta il Palafabris ad accogliere i contendenti, oggi alle ore 18. Fondamentale la presenza del settimo uomo, cioè il pubblico di casa, vero denotatore di motivazioni ed energia per i ragazzi in campo. La sfida avrà un’ospite d’eccezione e un ritorno. L’ospite sarà la Befana, che ha confermato la sua presenza sugli spalti, per portare dolci ai bambini che sono stati buoni (e carbone ai cattivi? mah, si vedrà), nell’ottica secondo cui da qualche anno le partite della Pallavolo Padova cercano di coinvolgere non solo i giovani tifosi, ma anche quelli un po’ più cresciuti, che hanno famiglia e approfittano del match per trascorrere insieme qualche ora all’insegna dello sport. E poi ci sarà il ritorno in campo: Matteo Pedron, 22 anni non ancora compiuti, bianconero in prestito al Matera. Palleggiatore, è stato parte di quel sestetto che ha sfiorato la promozione in A/1 nella scorsa stagione (salto mancato in finale playoff contro il Matera). «Sapevamo che ci aspettava un bel tour de force» ammette mister Valerio Baldovin, «contro avversari belli tosti, ammesso che ce ne siano di facili. Buono il morale della squadra, ci siamo allenati con un buon ritmo, lavorando ad ampio raggio sui fondamentali». Matera non è avversario facile, né da prevedere, né da gestire: «È una squadra che sbaglia molto poco» conferma il coach padovano. «Per non aumentare la difficoltà della partita, dovremo esprimere un livello di gioco superiore al loro: sono un avversario che sbaglia molto poco e non fa regali. Anche se il loro opposto non c’è perché è convocato in Nazionale, e pertanto hanno minor potenziale in attacco, non è che il resto della squadra valga meno». Il capitano bianconero Mattia Rosso si sta avvicinando a quota tremila punti in serie A (è a -23, potrebbe anche farcela in un solo match). 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy