Impresa del Gubbio! Il Torino a secco

Impresa del Gubbio! Il Torino a secco

Commenta per primo!

Giampiero Ventura dopo la prima mezz’ora aveva già capito tutto: “Questa non è la mia squadra”, ha detto il tecnico granata rivolgendosi al suo assistente in panchina. Intuizione giusta, il Torino che al Barbetti rimedia la prima sconfitta in campionato è irriconoscibile.

Gioisce Gigi Simoni, vecchia volpe della panchina che, tornato in sella per aiutare il suo Gubbio all’età di 72 anni, ha subito fatto impazzire i suoi tifosi. Un 4-5-1 ben costruito dal tecnico di Crevalcore che ha di fatto bloccato lo spumeggiante gioco sugli esterni della squadra granata.

La gara nella prima frazione non regala grandi emozioni. Il Torino prova a fare la partita, ma la notizie nei primi minuti è il durissimo scontro tra Glik e Buchel. Il centrocampista del Gubbio è costretto a uscire in barella col collarino: non perde conoscenza, ma viene comunque trasportato direttamente in ospedale.

Le occasioni nella prima frazione si contano sulle dita di una mano. Glik e Bianchi non riescono a sfruttare dopo la mezz’ora la perfetta sponda di Darmian. Il Gubbio risponde nel finale con una paio di conclusioni che non impensieriscono più di tanto il portiere Coppola.

Ben altre emozioni regala la ripresa. Demerito della retroguardia del Torino che dopo pochi minuti combina un autentico pasticcio: Coppola e Ogbonna non si intendono, il portiere granata rinvia il pallone in maniera scriteriata permettendo a Ciofani, quinto gol in campionato, di depositare la sfera in fondo al sacco. Esplode il Barbetti, il Gubbio prende coraggio, Ventura correi ai ripari inserendo Surraco e Basha.

La reazione granata è forsennata e poco lucida, diversi gli assist provenienti dalle corsie esterne. Solo due però, in sostanza, sono realmente pericolosi: la traversa e Donnarumma salvano il Gubbio su due colpi di testa di Rolando Bianchi. I padroni di casa non stanno a guardare, sfiorano il raddoppio con Rui che colpisce il palo con un sinistro dalla distanza.

I cinque minuti di recupero non cambiano la sostanza: impresa del Gubbio che contro la capolista ottiene il secondo successo in campionato. Il Torino cade per la prima volta contro una squadra neopromossa, contro una squadra partita malissimo in questo campionato. Simoni può festeggiare…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy