Mantova crac, in manette l’imprenditore che voleva salvare il club

Mantova crac, in manette l’imprenditore che voleva salvare il club

Nei giorni scorsi era acclamato come possibile salvatore del Mantova, a rischio fallimento. Da ieri Piervittorio Belfanti, 55 anni, imprenditore mantovano del settore ristorazione, è in carcere per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di più delitti di truffa e tributari e per un giro di auto di lusso usate. Con lui, nell’ambito della stessa indagine coordinata dalla Procura di Mantova, sono finite nei guai altre undici persone. Con l’arresto di Belfanti potrebbe sfumare l’ultima possibilità di salvezza del Mantova calcio. Come ammesso dallo stesso presidente Marco Claudio De Sanctis la società non ha pagato stipendi, contributi e tasse di marzo, aprile e maggio, e domani mattina potrebbero essere portati i libri in tribunale. Rendendo impossibile l’iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro. (Corriere.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy