Samb, Capuano: “Sono entrato in modo devastante e siamo secondi. Vivo in un pianeta diverso”

Samb, Capuano: “Sono entrato in modo devastante e siamo secondi. Vivo in un pianeta diverso”

di Redazione PadovaSport.TV

Un attimo che può cambiare una stagione, la classica occasione da prendere al volo. L’8 novembre, il giorno della sconfitta interna della Samb contro il Sudtirol, Capuano era in macchina quando il telefono squilla: Franco Fedeli lo voleva come successore di Moriero sulla panchina rossoblù. “E’ bastato un attimo per dire sì – dichiara il mister campano alla Gazzetta dello Sport- . Stavo andando a Modena per prendere le valigie e nel viaggio di ritorno invece di tornare nella mia Basilicata mi sono fermato a San Benedetto”. Da lì è iniziato tutto e lo stregone Capuano, come viene definito sul principale quotidiano sportivo nazionale, ha iniziato la sua magia. “Ho preso la squadra che era ottava in classifica, sono entrato in maniera devastante ed ora ci ritroviamo al secondo posto. Sembra un sogno. Chi è Eziolino Capuano? Vivo in un pianeta diverso rispetto al calcio di oggi, e penso che anche per questo nel corso della mia carriera non ho raggiunto i traguardi che mi sono guadagnato sul campo”. Un traguardo che manca all’ex tecnico dell’Arezzo nei suoi 30 anni di carriera è sicuramente la Serie B, un palcoscenico che a San Benedetto dal 1989 in poi è diventato taboo: proprio per questo motivo Capuano proverà a vincere la sfida più bella, non ponendosi limiti e cercando di regalare un sogno non solo a se stesso, ma anche ad una città intera.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy