A. Valentini: “La responsabilità  oggettiva non esiste più”

A. Valentini: “La responsabilità  oggettiva non esiste più”

Commenta per primo!

Come vi abbiamo anticipato, la Corte di Giustizia Federale ha respinto il ricorso presentato qualche mese fa dal Padova. Una sentenza ingiusta, secondo i dirigenti biancoscudati, che ora sono intenzionati a ricorrere all’Alta Corte del Coni, come rivelato da Andrea Valentini a Padovasport: “Questa sentenza farà storia perché si è deciso che non esiste più la responsabilità oggettiva. È stata accolta la tesi del Carpi, ovvero che l’acqua nel generatore sarebbe stata appositamente messa da un sabotatore entrato nello stadio dopo le 17, perché fino a quell’ora il Carpi dice che era tutto a posto… Faremo immediatamente ricorso all’Alta Corte del Coni, ci sono tanti precedenti in cui quest’organo ha ribaltato la sentenza. La differenza è che in questo caso a giudicare saranno magistrati e prof. universitari. Mentre la Corte di Giustizia è nominata dalla Federazione. Non è detto ora che la Lega fissi la data del recupero, vedremo. Nel caso chiederemo di poter utilizzare Mbakogu e Anania…”

Questo il comunicato ufficiale emesso dal Calcio Padova:

Il Calcio Padova informa che è da poco terminata a Roma l’udienza della Corte di Giustizia Federale riguardante la partita Carpi – Padova, disputata a Modena lo scorso 31 agosto. La Corte ha respinto il ricorso presentato dalla Società biancoscudata, comunicando quanto segue:

La C.G.F., assorbiti i profili di rito eccepiti dalla controparte, respinge, siccome infondato,il ricorso con richiesta di procedimento d’urgenza ex art. 37, comma 7 C.G.S., come sopra proposto dalla società Calcio Padova di Padova. Dispone addebitarsi la tassa reclamo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy