Baraldi: “Italiano? Fa parte della famiglia del Padova, lo aiuteremo”

Baraldi: “Italiano? Fa parte della famiglia del Padova, lo aiuteremo”

Luca Baraldi è intervenuto questa sera durante la trasmissione Padova Sport Estate su Cafe24 

Sulla situazione di taliano: “Abbiamo considerato solo la sua posizione – ha spiegato Baraldi – perchè, a differenza degli altri giocatori in rosa implicati nell’inchiesta, qui c’è un coinvolgimento indiretto del Padova. Abbiamo incontrato già oggi l’avvocato Grassani e gli abbiamo dato mandato di predisporre ricorso entro le 48 ore previste dalla norma. Non sembra ci siano prove schiaccianti, crediamo ci siano possibilità in appello di ribaltare questa sentenza. Non sarà più al Padova? Vediamo come va al processo, fino al 30 giugno fa parte della nostra famiglia. Cestaro ha buoni motivi per dire che vuole stargli vicino”. Sui soldi spesi dal Padova in questi anni: “Certamente se i campionati si vincessero con i soldi, l’Inter sarebbe campione d’Italia negli ultimi 20 anni. Non sempre va così… Noi quest’anno vogliamo ridimensionare un budget importante, oltre il 50%, che è rimane comunque un ottimo budget. Padova poi è una piazza ambita da tutti i calciatori del nostro campionato e dunque abbiamo un piccolo vantaggio. In studio avete Marchetti che è un esempio concreto, la professionalità e le capacità sono tutto. Ci sono tanti calciatori sul mercato, non si gioca al fantacalcio quando si costruisce una squadra, ma bisogna avere idee chiare. Fare cioè un giusto mix di giovani di prospettiva con giocatori esperti che siano uomini, aldilà delle loro qualità. Pea? Ci dà garanzie sotto il profilo umano, oltre alle competenze tecniche”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy